menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una scuola di Ravanusa

Una scuola di Ravanusa

Scuole aperte per i 2 giorni d'allerta "arancione", oggi invece chiuse per la verifica dei danni

Il sindaco di Ravanusa "stoppa" le lezioni. Stessa sorte anche per gli istituti di ogni ordine e grado di Licata

L’allerta “arancione” non aveva convinto diversi sindaci dell’Agrigentino alla chiusura delle scuole, storia diversa per oggi. Nella giornata di “allerta gialla”, diversi istituti scolastici rimarranno chiusi.

A disporre lo stop delle lezioni, è stato il sindaco di Ravanusa, Carmelo D’Angelo. Le scuole, dunque, rimarranno chiuse per “verificare i danni dovuti alle infiltrazioni d’acqua”. 

 Infiltrazioni e danni che si sarebbero registrati nei giorni dell’allerta arancione, quando alcuni istituti scolastici dell’Agrigentino sono rimasti regolarmente aperti dando vita alle normali lezioni. La chiusura e dunque la verifica delle problematiche dovute al maltempo, si terrà oggi.  Una situazione che, a tratti, ha quasi del paradossale. Scuole chiuse anche a Licata, il sindaco Galanti, per via dell’allerta meteo ha “stoppato” le lezioni degli studenti licatesi.

Sarà un inverno di allerte meteo e scuole chiuse? Brandara: "Servono dati non generici"

Storia diversa per Agrigento, nella prima giornata di grande allerta il sindaco Firetto ha chiuso le scuole di ogni ordine e grado. Niente da fare per il secondo giorno, quando l’allerta arancione non ha lasciato la città e le scuole sono state regolarmente aperte. Nella prima tranche di grande maltempo si contano non solo i danni, ma anche i paradossi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento