rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Cronaca Ribera

Istituto musicale “Toscanini” diventa Conservatorio di Stato: promosso a pieni voti dal Ministero dell’Università

Lo hanno annunciato il presidente Giuseppe Tortorici, il neo direttore Riccardo Ferrara e la vice direttrice Mariangela Longo: “Si conclude nel migliore dei modi un percorso cominciato 23 anni fa”

L'istituto musicale "Arturo Toscanini" di Ribera diventa Conservatorio di musica di Stato: è stato infatti "promosso" a pieni voti dal Ministero dell'Università e della ricerca nel 30° anniversario dalla sua fondazione. Per i dirigenti dell'istituto è una "giornata storica per la città di Ribera e per tutto il territorio agrigentino".

A darne notizia sono stati il presidente Giuseppe Tortorici, il neo direttore Riccardo Ferrara e la vice direttrice Mariangela Longo, insieme agli organi statutari in carica nel triennio accademico 2018-21, che hanno curato la stesura del progetto di statalizzazione e la complessa istruttoria ministeriale avviata nel 2019,  

"Un traguardo - hanno detto - raggiunto insieme e in piena sintonia di intenti con i rappresentanti degli enti partner, importanti attori e sostenitori dell’istituto e del processo di statalizzazione: l’assessore all’Istruzione e Formazione professionale della Regione Roberto La Galla, il commissario straordinario del Libero consorzio dei Comuni di Agrigento Vincenzo Raffo e il sindaco di Ribera Matteo Ruvolo. Una notizia che annunciamo con emozione: dopo 23 anni anni dalla legge di riforma del comparto di Alta Formazione Artistico Musicale (AFAM) e quasi cinque anni dalla legge di statalizzazione, art. 22 bis L. 96/2017, si conclude nel migliore dei modi il viaggio tempestoso del Toscanini di Ribera. Fondato dalla ex Provincia regionale di Agrigento nel 1991, dal 2014 aveva attraversato un lungo periodo di gravissima emergenza economica a causa del default finanziario delle Province siciliane che ne aveva messo a rischio seriamente la sopravvivenza". 
Diversi gli aspetti vagliati dalla Commissione ministeriale per il raggiungimento del punteggio necessario per l’ottenimento della statalizzazione. I parametri utilizzati per la valutazione complessiva sulla qualità delle attività, strutture, bilanci, corsi, reclutamento docenti e dimensione in termini di iscrizioni e sedi delle Istituzioni, sono stati suddivisi in quattro macro aree: adeguatezza di immobili, laboratori, aule e dotazioni strumentali, sostenibilità  economico-finanziaria, dimensione ed eventuale caratterizzazione della domanda di formazione di livello accademico tenendo conto della specificità dei corsi di studio nel panorama regionale e nazionale, ed obiettivi di federazione/fusione con istituzioni statali. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istituto musicale “Toscanini” diventa Conservatorio di Stato: promosso a pieni voti dal Ministero dell’Università

AgrigentoNotizie è in caricamento