rotate-mobile
Avviate le indagini / Campo sportivo / Via Dante Alighieri

Ancora scritte "no vax" in città: imbrattati i muri di una scuola

Con una bomboletta spray di colore rosso è stata realizzata anche la classica "W" cerchiata

Simboli e scritte sembrano richiamarsi al gruppo "Vivi-Forza di lotta non violenta per la libertà", noto per manifestazioni di stampo no vax. E sono state realizzare con una bomboletta spray di colore rosso all'ingresso della scuola "San Giovanni Bosco" di via Dante Alighieri di Agrigento. Plesso che fa parte dell'istituto comprensivo "Salvatore Quasimodo". 

Parole - come "Vivi" e "Fuck agenda2030" - e "W" cerchiato sono risultati identici a quelli che hanno imbrattato i muri perimetrali dell'ex ospedale di via Giovanni XXIII, sulla facciata dell'edificio che ospita l'unità operativa semplice di Neuropsichiatria infantile per la precisione. 

Via Giovanni XXIII, nuove scritte no vax sui muri dell'ex ospedale

Svastica sulla fronte e attacchi social: gogna "no vax" per la deputata Savarino

"Sindacalisti traditori del popolo", nuove scritte sui muri della città

Nell'ultimo, in ordine di tempo, caso - quello del plesso "San Giovanni Bosco" - è stato anche scritto: "Age2030 favorisce pedofilia", "Salvate i bimbi dalla nazi-scuola". Ad indagare, dopo che dall'istituto scolastico è stata formalizzata una denuncia a carico di ignoti, sono i carabinieri.  

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora scritte "no vax" in città: imbrattati i muri di una scuola

AgrigentoNotizie è in caricamento