rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Ricostruzioni / Campobello di Licata

Scoppia la cucina e resta ustionata: la 35enne è stata trasferita a Napoli, è in coma farmacologico

A determinare la deflagrazione nell’abitazione non sono state le bombole del gas: le quattro bombole presenti in cucina sono state trovate, dai vigili del fuoco, integre. Forse era stato lasciato aperto, certamente inavvertitamente, un fornello. Oppure c’era una perdita di gas in cucina

E’ stata trasferita in un centro per grandi ustioni, in un ospedale di Napoli, la trentacinquenne romena che è rimasta gravemente ustionata a causa di una deflagrazione registratasi nell’abitazione di via Napoli. La donna, ieri, risultava essere in coma farmacologico perché avrebbe riportato, appunto, gravi ustioni al volto, alle braccia e in tutta la parte superiore del corpo. Dall’ospedale “Barone Lombardo” di Canicattì, dove era stata portata subito dopo il soccorso, la trentacinquenne doveva essere portata a Catania. Poi però – forse per mancanza di posti a disposizione – la scelta è ricaduta su un ospedale di Napoli.

Scoppia una bombola di gas nella notte, donna finisce in ospedale

A determinare la deflagrazione nell’abitazione non sono state le bombole del gas: le quattro bombole presenti in cucina sono state trovate, dai vigili del fuoco, integre. Forse era stato lasciato aperto, certamente inavvertitamente, un fornello. Oppure c’era una perdita di gas in cucina. Non appena è stata accesa la luce, si è innescata la scintilla e lo scoppio. A restare ferita, gravemente ustionata appunto, soltanto la donna. Il compagno e le figlie di quest’ultimo, che frequentano le scuole medie ed elementari, – che si trovavano tutti in un’altra stanza – sono invece rimasti, per fortuna, illesi. Il forte boato – registratosi durante la notte fra mercoledì e ieri - ha svegliato l’intero quartiere e subito è stato lanciato l’allarme. Sul posto, si sono precipitati i vigili del fuoco dei distaccamenti di Canicattì e Licata, ma anche i carabinieri della stazione cittadina. Dopo i soccorsi e la messa in sicurezza dell’abitazione – che ha riportato dei danni considerevoli –, sono partiti gli accertamenti per stabilire cosa abbia innescato la deflagrazione. Grande la solidarietà degli abitanti di Campobello di Licata che, ieri, hanno cercato, in ogni modo, di aiutare i componenti della famiglia rimasti illesi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoppia la cucina e resta ustionata: la 35enne è stata trasferita a Napoli, è in coma farmacologico

AgrigentoNotizie è in caricamento