menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'assessore Alfonso Di Piazza

L'assessore Alfonso Di Piazza

Cammarata, la Tassa sui rifiuti costa meno se adotti un cane

Adottare un randagio non è solo un gesto d'amore, adesso garantisce anche un risparmio per le famiglie. E' quanto accade a Cammarata, dove l'Amministrazione ha stabilito per ogni cane preso in adozione tra quelli ospitati nel canile convenzionato con il Comune, una esenzione della tassa sui rifiuti per il primo anno fino ad un massimo di 500 euro. Agevolazioni anche per le aziende che assumono: la Tassa sui rifiuti sarà "scontata" del 20percento

Pagare meno la spazzatura si può: basta adottare un cane, assumere un dipendente o essere un anziano con un basso reddito.

E' quanto stabilito dal Consiglio che ha approvato la proposta avanzata dall'Amministrazione guidata da Vincenzo Giambrone che, nonostante le riduzioni dei trasferimenti erariali, è riuscita ad abbassare la pressione fiscale per venire incontro alle  difficoltà economiche dei cammaratesi.

Lo sgravio sarà avvertito anche da tutte le famiglie che nella prossima bolletta della Tari, la Tassa sui rifiuti, troveranno circa 60 euro euro in meno, agevolazione possibile, spiega l'assessore alle Finanze Alfonso Di Piazza, perchè il costo di gestione per il 2015 è diminuito grazie al recente affidamento del servizio.

L'assessore, che in passato ha già ricoperto la delega al Bilancio, ha trovato il modo di concedere alcune riduzioni non arrecando stravolgimenti allo strumento contabile comunale, grazie a «lotta all’evasione e tagli agli sprechi con un controllo oculato della spesa».

Tra le agevolazioni approvate, quello che riguarda l'adozione di un cane: chi adotta un randagio prelevato dal canile convenzionato con il Comune, avrà una esenzione della tassa sui rifiuti per il primo anno, fino ad un massimo di 500 euro, mentre l'Ente ne risparmierà circa 1800 per il ricovero dell'animale.

Agevolazioni anche per le abitazioni dei cittadini non residenti, la tassa sarà calcolata come se ci fosse un solo occupante. Per i cammaratesi ultra-sessantacinquenni soli e con basso Isee sarà applicata una riduzione del 20percento, stesso “sconto” per le ditte che assumono almeno un dipendente.

Allo stesso modo si è deciso di dare una mano a specifiche categorie che costituiscono l'“ossatura” del tessuto produttivo (ristoranti, trattorie, pizzerie, pub, bar, pasticcerie, ortofrutta, generi alimentari, ecc.), compartecipando al pagamento della Tari con fondi comunali per un importo complessivo di 45 mila 415 euro.

La proposta di modificare alcuni articoli al regolamento per i rifiuti è approdata nell’aula consiliare e dopo diversi interventi da parte dei vari raggruppamenti politici, è stata approvata con i voti della maggioranza, mentre la minoranza ha espresso dubbi sulla corretta applicazione delle agevolazioni così come proposte.

«Non ho una ricetta miracolosa per trovare soluzioni adeguate – ha commentato l'assessore Di Piazza -  penso solo che questi problemi possono essere risolti  adottando delle semplici e vecchie regole».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento