Scomparso da oltre 4 mesi, il caso a "Chi l'ha visto": il duro atto di accusa del legale

L'avvocato Salvatore Pennica, intervenuto in trasmissione, presenta un esposto nei confronti degli operatori della struttura di Marsala da dove Angelo Gentile si è allontanato: "Ma come è stato possibile che nessuno lo ha fermato?"

L'avvocato Salvatore Pennica a "Chi l'ha visto"

"Ma come è stato possibile che un cliente, ricoverato per problemi psichiatrici, possa essersi allontanato in ciabatte senza che nessuno degli operatori lo abbia controllato o fermato?". L'avvocato Salvatore Pennica, presenta un esposto alla Procura per valutare il comportamento degli operatori sanitari" della struttura di Marsala che avevano in cura Angelo Gentile, il quarantottenne di Santo Stefano di Quisquina di cui non si hanno notizie da oltre quattro mesi.

Quarantottenne scompare da una casa di cura

Il caso è approdato ancora una volta alla storica trasmissione "Chi l'ha visto" di Rai3 dove il legale, intervistato, ha spiegato di avere presentato un esposto.

Angelo, persona con problemi psichiatrici ma del tutto mite e innocuo, è scomparso nel nulla dal 9 gennaio. Allora il fratello - che era andato a prenderlo dalla clinica dove volontariamente si era recato per una settimana - lo ha chiamato al cellulare. E lo ha fatto dopo che nella struttura il quarantottenne non è stato trovato. Stando alle ricostruzioni degli stessi familiari, Angelo Gentile - in quella telefonata - era confuso e correva a perdifiato. Ridondante, durante la conversazione di pochi minuti, una parola: sto scappando.

L'appello del legale: "Aiutateci a ritrovare anche una piccola traccia"

Più persone, quel 9 gennaio scorso, lo hanno visto lungo la statale 115, in un punto di Marsala dove si possono prendere autobus per Agrigento e Trapani. Indossava una coppola, come dimostra l'ultimo selfie che ha postato su Facebook, e delle ciabatte. E dalla sua valigia, recuperata in clinica dal fratello, mancano appunto le ciabatte ma anche il pigiama. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento