Turista scippata del cellulare, rintracciato e denunciato l'autore: è un tunisino

Il giovane, ospite dell'hotspot, è arrivato negli scorsi giorni con un "barchino". Torna, di fatto, alta la tensione: vengono segnalati migranti ubriachi che infastidiscono, con apprezzamenti vari, isolani e turisti

(foto ARCHIVIO)

Una turista di 45 anni, residente a Torino, è stata scippata del telefono cellulare che teneva in mano mentre stava camminando sul lungomare Luigi Rizzo di Lampedusa. E' accaduto alle ore 21 circa di ieri. I carabinieri hanno subito avviato un rastrellamento dell'isola e dopo circa 3 ore, grazie anche ad un identikit, è stato rintracciato il presunto autore. Si tratta di un tunisino di 19 anni che è stato trovato in possesso dello smartphone. Essendo trascorsa la flagranza di reato, l'immigrato - arrivato nei giorni scorsi con un barchino e ospite dell'hotspot - è stato denunciato alla Procura di Agrigento. Dovrà rispondere dell'ipotesi di reato di furto con strappo.

Brucia un furgone della polizia a Lampedusa, il sindaco: "Abbandonati dal Governo"

Il telefono cellulare d'ultima generazione è stato subito restituito alla turista torinese. 

Da qualche giorno, a Lampedusa, è tornata a farsi alta la tensione: vengono segnalati tunisini ubriachi che infastidiscono, con apprezzamenti vari, isolani e turisti. Segnalati anche casi in cui gli immigrati avrebbero fatto pipì sui muri. Nessuno è stato però sorpreso dai carabinieri che avrebbero, eventualmente, elevato le previste multe. Sull'isola però è tornato il malcontento e c'è anche chi, in queste ore, parla di furti in abitazione. Furti che però non risultano essere stati denunciati alle forze dell'ordine. 

"E' risaputo che i tunisini a Lampedusa non possono rimanere per giorni e giorni, commettono atti di violenza e delinquono - ha scritto il segretario del circolo del Pd locale: Peppino Palmeri - . Cosa si aspetta al loro trasferimento? Lo chiedo alle istituzioni locali e al signor prefetto di Agrigento".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento