rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Criminalità / Licata

Due scippi nel giro di poche ore, c'è sempre la stessa mano dietro: ci sono dei sospettati

All'interno di una delle borsette, la settantacinquenne aveva circa 250 euro

C’è sempre la stessa “mano” dietro ai due scippi registratisi giovedì, nell’arco di pochissimo tempo, in via Gela. Una pensionata di 75 anni è finita al pronto soccorso dell'ospedale "San Giacomo d'Altopasso" perché è rimasta ferita. I medici le hanno diagnosticato, dopo averla sottoposta a tutti gli accertamenti necessari, traumi guaribili in pochi giorni, meno di una settimana. L’anziana è finita per terra dopo il furto con strappo della borsetta, messo a segno da un delinquente che ha agganciato la donna nei pressi di un supermercato. E' stata soccorsa da alcuni passanti ed è stata trasferita, con ambulanza del 118, al presidio sanitario della città. Di questo caso si stanno occupando i poliziotti del commissariato cittadino, che è coordinato dal vice questore Cesare Castelli. Pare che all’interno della borsetta, oltre ai documenti, la settantacinquenne avesse circa 250 euro. La polizia ha subito avviato le indagini per provare ad identificare il balordo solitario che ha colpito l'anziana. E, a quanto pare, qualche sospettato c’è già.

Ma questo della settantacinquenne non è stato l’unico scippo della giornata registratosi, sempre nella stessa zona, a Licata. Un’altra donna ha subito lo stesso reato. Di questa attività investigativa si stanno, invece, occupando i carabinieri della locale compagnia. Appare probabile, forse anche scontato, che i due diversi episodi di furto con strappo siano collegabili: la “mano” del delinquente – che colpisce e scappa a piedi – dovrebbe essere sempre la medesima. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due scippi nel giro di poche ore, c'è sempre la stessa mano dietro: ci sono dei sospettati

AgrigentoNotizie è in caricamento