Cronaca

Lavoratori Province, indetto sciopero per venerdì

L’Usb-pi chiama i lavoratori allo sciopero con l’obiettivo di ottenere il ritiro dei provvedimenti varati dal Governo e per il ripristino del diritto di voto per i cittadini

L'Unione sindacale di base - Pubblico Impiego indice lo sciopero di tutti i lavoratori e le lavoratrici delle Province, comprese quelle delle Regioni a statuto speciale, per l’intero turno di lavoro del prossimo venerdì 6 dicembre.

"Nonostante i tentativi operati in seno alla Commissione Affari costituzionali della Camera, e nonostante le audizioni in Commissione dei vari soggetti coinvolti, - scrive il sindacato in un comunicato stampa - il testo della riforma complessiva delle Autonomie locali approdato in aula non contiene significativi elementi di novità o di miglioramento".

Secondo l’Usb-pi "questo testo appare pasticciato, confuso e sgrammaticato sotto il profilo costituzionale. Rimangono le pesanti ricadute sul personale, sia in termini economici, sia in termini di mobilità, sia in termini di dequalificazione professionale. Da tale riforma risultano particolarmente colpiti i lavoratori con contratto di lavoro precario e grandi incertezze rischiano di determinarsi anche sulle società partecipate dalle Province e dalle aziende che svolgono servizi in appalto".

Per queste ragioni, l’Usb-pi chiama i lavoratori allo sciopero con l’obiettivo di ottenere il ritiro dei provvedimenti varati dal Governo e per il ripristino del diritto di voto per i cittadini, che sarebbero altrimenti espropriati della facoltà democratica di scegliere gli amministratori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori Province, indetto sciopero per venerdì

AgrigentoNotizie è in caricamento