Ritardo nel pagamento degli stipendi, i netturbini in piazza ad oltranza

Sarà montata una tenda in piazza Cavour, la protesta proseguirà per tutto il mese di novembre se non saranno pagate le spettanze

(foto ARCHIVIO)

Un sit-in permamente per protestare contro il mancato pagamento degli stipendi dei mesi passati sarà posto in essere da parte degli operatori ecologici favaresi.

La forma di protesta è stata annunciata da una nota firmata dai sindacati Fp Cgil, Fit Cisl e Uilt Uil. Ad oggi gli operatori lamentano di non aver ancora ricevuto gli stipendi di settembre e ottobre e, soprattutto, che il ritardo avvenga sempre con ritardo rispetto a quanto previsto dal contratto.

Gli operatori "con cadenza giornaliera e per tutto il mese di novembre saranno in sit in permanente con il posizionamento di una tenda o gazebo per ripararsi dal maltempo" in piazza Cavour dalle 6 alle 22 "in ottemperanza alle regole attuali dell'emergenza sanitaria".

"Ormai, con cicliche cadenze, gli operatori ecologici si astengono dal lavoro reclamando legittimamente il pagamento di mensilità pregresse. Ciò comporta inevitabili accumuli di immondizia che si aggiungono a quelli che scriteriatamente molti cittadini abbandonano per strada. Ma perché non avvengono puntualmente i pagamenti degli stipendi agli operatori ecologici? Il problema è legato all’eccessiva evasione della tassa sui rifiuti facendo venire meno al Comune le necessarie risorse per potere soddisfare le richieste del personale impegnato nella pulizia della città. Situazione aggravata dal covid-19 che ha tolto molte risorse alle famiglie meno abbienti. Avviene a Favara ma anche in tutti gli altri Comuni che si trovano a gestire situazioni simili. Non sembra che si possano trovare soluzioni in loco essendo le casse del Comune completamente vuote. Occorre, allora, che il deputato regionale locale, assieme al sindaco, faccia arrivare al presidente della Regione Siciliana le grida dei tanti padri di famiglia, che da tre mesi non percepiscono lo stipendio, in modo che si trovino delle soluzioni a  un problema che investe vari altri enti locali". Ad intervenire con una nota è il consigliere comunale di Favara Calogero Castronovo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento