Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Fumata nera dall'incontro con ditte e operatori: prosegue lo sciopero dei netturbini

La città è ormai invasa dalla spazzatura, si rischia un'emergenza sanitaria

Si è conclusa con un nulla di fatto la nuova riunione convocata dall'Amministrazione comunale di Favara per affrontare la grave crisi igienico-sanitaria che ormai attanaglia da alcuni giorni la città in seguito al nuovo sciopero (arbitrario) degli operatori ecologici.

Questi, per l'ennesima volta, hanno deciso di incrociare le braccia per il mancato pagamento delle spettanze dei mesi scorsi. Ormai da giorni quindi per strada si sono accumulate tonnellate di rifiuti, con ripetuti incendi e comprensibili disagi per i cittadini.

L'incontro alla fine è servito solo a prendere atto che il Comune non ha le risorse per pagare altre fatture alle ditte, che hanno oggi anticipato alcuni mesi agli operatori, e che l'amministrazione è pronta a ricorrere ad ordinanze contingibili e urgenti anche per individuare un'eventuale ditta esterna che possa rimuovere i rifiuti dalle strade.

Una soluzione che provocherebbe la protesta degli operatori, che sono ormai pronti a tutti, mentre la città si avvia, probabilmente, verso la proclamazione dello stato di emergenza sanitaria.

"Favara da più di un anno con ricorrenza ciclica è sommersa di rifiuti - scrive il rappresentante provinciale di Konsumer, l'avvocato Giuseppe Di Miceli - e questo quasi a non fare più notizia. Eppure il costo del servizio di raccolta aumenta sempre più mentre in tutti gli altri comuni diminuisce. Nonostante questo costante aumento del costo della raccolta dei rifiuti - continua - i cittadini non ricevono un servizio degno di tale nome e gli operatori ecologici non ricevono lo stipendio e scioperano. Dallo Stato e dalla Regione Sicilia sentiamo che inviano migliaia di euro per garantire i servizi essenziali degli Enti Locali, considerate le mancate entrate dovute alla crisi economica in atto dovuta alla pandemia in corso - prosegue -. Eppure il Comune di Favara riesce a pagare a stento gli stipendi dei dipendenti e le indennità ai politici locali (Amministratori e Consiglieri). Dove finiscono questi soldi?".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fumata nera dall'incontro con ditte e operatori: prosegue lo sciopero dei netturbini

AgrigentoNotizie è in caricamento