Valigia abbandonata fra le auto: gli artificieri l'hanno fatta esplodere

Carabinieri, polizia e vigili urbani avevano interdetto al transito la strada e avevano anche visionato, nel tentativo di identificare chi la possedesse, i filmati delle telecamere di video sorveglianza

(foto ARCHIVIO)

Gli artificeri di Palermo hanno fatto esplodere la valigia sospetta che era stata rinvenuta, nel pomeriggio, fra le auto in sosta davanti al museo del Carnevale di Sciacca. Carabinieri, polizia e vigili urbani avevano interdetto al transito la strada e subito hanno visionato, nel tentativo di identificare chi la possedesse, i filmati delle telecamere di video sorveglianza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dai filmati non è stato possibile risalire alla valigia, a quanto pare nessuna delle telecamere di via Allende avrebbe inquadrato quella determinata porzione. L'unica via percorribile è stata dunque quella di richiedere l'intervento degli artificeri che, una volta giunti in contrada Perriera, hanno fatto esplodere la valigia. Una valigia vuota. Qualcuno, per liberarsene, l'aveva abbandonata esattamente come un rifiuto. Subito dopo che è stata esplodere, l'allarme - a Sciacca - è rientrato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbaglia auto e forza la portiera: scoppia il caos nel parcheggio del supermercato

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • "Calci, pugni e coltellate a due immigrati": uno ridotto in fin di vita, arrestati 4 ragazzini

  • S'è aperto il "fronte" tunisino: aumentano gli sbarchi e ci sono tanti "indesiderati"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento