Un'altra strage di randagi, gli animalisti: "E' il momento di fermare il massacro"

Si teme che il bilancio possa essere superiore e che molti animali possano essere stati seppelliti

FOTO ARCHIVIO

Tre cani randagi sono stati avvelenati a Sciacca. A darne notizia sono Rinaldo Sidoli, portavoce di Alleanza Popolare Ecologista (Ape) e Ilaria Fagotto, presidente della Lega Antispecista Italiana (Lai). 

“Quello che è avvenuto a Sciacca nelle ultime 24 ore - dicono - è qualcosa di raccapricciante. I nostri amici volontari hanno rinvenuto il corpo di tre cani avvelenati e mancano all’appello diversi randagi che seguivano. Si teme addirittura che gli animali siano stati seppelliti per cancellare ogni prova del gesto criminoso”.

"Troviamo inaccettabile - aggiungono Sidoti e Fagotto - che a due anni dal massacro dei cani vaganti nell’Agrigentino l’amministrazione comunale non abbia provveduto alla vigilanza, controllo ed attuazione degli adempimenti previsti dalla legge regionale 15/2000, nonché delle specifiche norme di tutela del benessere degli animali. In sette mesi meno di dieci cani randagi sarebbero stati sterilizzati. È normale che ci sia una prolificazione incontrollata nel territorio. Il Comune - concludono - deve procedere con urgenza con la soluzione dell’accalappiamento".

Già nel febbraio del 2018, a Sciacca, si era consumata una prima strage di cani e nei mesi successivi un episodio analogo aveva avuto come vittime dei gatti.

Il Comune condanna il gesto: "Gesto disumano"

“Sciacca dice no a chi non ama i cani. Sciacca è una comunità accogliente e cordiale. Sciacca è una comunità che ama gli animali e che si spende per accudire i cani padronali e i cani randagi. Condanniamo, fermamente, come già in passato, gesti disumani contro gli animali che non hanno nulla a che fare con la nostra comunità”. 

È quanto dichiara l’Amministrazione comunale dopo la notizia del ritriovamento in contrada Santa Maria di carcasse di cane: 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Seguiamo con grande attenzione quanto avvenuto in località Santa Maria, pronti a intervenire contro i responsabili di questo gesto disumano. Sciacca dice no a chi non ama i cani!”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in viale Emporium, auto contro scooter: quattro feriti e un morto

  • Accusa un malore e si accascia, tragedia in città: muore un 35enne

  • Giovane torna da Malta e risulta positivo al Covid, emigrato sabettese ricoverato a Malattie infettive

  • Temporali in arrivo, diramata una nuova allerta meteo "gialla"

  • Coronavirus, l'incubo non è finito: donna positiva al tampone

  • Disoccupato 37enne si toglie la vita, i carabinieri avviano le indagini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento