Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

"Contrasse un'infezione ospedaliera", l'ex paziente cita in giudizio l'Asp

L'uomo si era recato al pronto soccorso per una frattura scomposta e pluriframmentaria del calcagno destro e una infrazione ossea dell'epifisi distale della tibia

Contrasse una infezione ospedaliera e subì diversi ricoveri e interventi chirurgici che hanno determinato un grave deficit di funzione motoria con riverberi sulla capacità deambulatoria e mantenimento della funzione eretta. Un ex paziente dell'ospedale di Sciacca ha citato - dinanzi al tribunale della città termale - l'Asp di Agrigento per accertare la negligenza e imperizia che gli fecero contrarre l'infezione, nonché affinché si proceda alla quantificazione del risarcimento danno. L'udienza è stata fissata per il primo luglio. 

L'uomo si era recato al pronto soccorso dell'ospedale di Mazara del Vallo dopo che a causa di una caduta accidentale aveva riportato la frattura scomposta e pluriframmentaria del calcagno destro e una infrazione ossea dell'epifisi distale della tibia. Venne trasferito all'ospedale "Giovanni Paolo II" di Sciacca, al reparto di Ortopedia, dove subì un intervento chirurgico di osteosintesi con placca e viti. 

"Dall'esame della documentazione sanitaria e dalle relazioni dell'unità operativa di Ortopedia pervenute - hanno scritto dall'Asp di Agrigento - non sono emersi profili di responsabilità a carico dei sanitari della struttura che hanno prestato le relative cure". L'interesse dell'Asp è quello di costituirsi in giudizio per sostenere la correttezza dell'operato e chiedere il rigetto delle pretese avanzate.    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Contrasse un'infezione ospedaliera", l'ex paziente cita in giudizio l'Asp

AgrigentoNotizie è in caricamento