Cronaca

Ex Lsu citano in giudizio il Comune: "Ci deve 200 mila euro"

Sono tredici i lavoratori precari, stabilizzati di recente, che si sono rivolti al giudice del Tribunale cittadino, chiedendo la condanna dell'ente alla liquidazione di spettanze arretrate. La giunta si è costituita in giudizio

Il Comune di Sciacca

Tredici lavoratori socialmente utili, stabilizzati dal Comune di Sciacca, hanno citato in giudizio l'ente, chiedendo 200 mila euro.

Gli ex Lsu si sono rivolti al Tribunale, chiedendo di condannare il Comune al pagamento di differenze retributive per il periodo compreso tra l'inizio del rapporto di lavoro e la stabilizzazione. I lavoratori chiedono: i contributi presidenziali, il trattamento di fine rapporto e la progressione nelle posizioni stipendiali, ma anche gli scatti retributivi di anzianità e la tredicesima mensilità. Tenendo conto di tutte queste voci si arriva ad una richiesta complessiva di 200.000 euro. Il Comune rileva che nessun addebito può essere imputato all'ente, ma si è costituito in giudizio affidando l'incarico al professore Massimiliano Marinelli del Foro di Palermo. Il Comune, di recente, ha approvato il piano di stabilizzazione che riguarderà, complessivamente, 87 lavoratori precari dell'ente. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Lsu citano in giudizio il Comune: "Ci deve 200 mila euro"

AgrigentoNotizie è in caricamento