Coronavirus, al tribunale di Sciacca colloqui in remoto fra avvocati e pm

Sottoscritto il protocollo di intesa per limitare gli accessi negli uffici giudiziari, via libera anche al deposito telematico

Il tribunale di Sciacca

Il deposito di atti, documenti ed istanze sarà effettuato per via telematica, ma la vera novità è che i colloqui tra avvocati e magistrati della Procura della Repubblica di Sciacca avverranno da remoto, su piattaforma Teams. E’ quanto prevede un protocollo d’intesa tra la Procura della Repubblica, il Consiglio dell’ordine degli avvocati e la Camera penale.

Iniziative che vanno nella direzione di limitare ulteriormente le presenze al palazzo di giustizia, ma che consentono anche di svolgere in maniera più agevole il lavoro e che potranno avere un seguito quando l’attuale momento di pandemia sarà superato. Il protocollo è stato fortemente voluto dal Procuratore della Repubblica, Roberta Buzzolani, che lo ha sottoscritto assieme ai presidenti dell’Ordine degli avvocati, Giuseppe Livio, e della Camera penale, Antonino Augello, e al magistrato di riferimento per l’innovazione, Michele Marrone. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento