Troppo caldo in casa, "evade dai domiciliari" per una boccata d'aria: arrestato

Il ventiduenne, su disposizione del sostituto procuratore di turno, è stato ricollocato ai domiciliari

Sarebbe stato trovato per strada, a quanto pare mentre passeggiava. Avrebbe però dovuto starsene agli arresti domiciliari. Alla vista dei carabinieri, il ventiduenne non si sarebbe scomposto ed ha spiegato ai militari dell'Arma che gli contestavano l'evasione dagli arresti domiciliari che "in casa non si poteva più restare, troppo caldo ... si boccheggiava". Di fatto dunque il ventiduenne di Sciacca, G. G., sarebbe uscito di casa - dove era appunto agli arresti domiciliari - soltanto per prendere una boccata d'aria. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il giovane è stato arrestato ed - su disposizione del sostituto procuratore di turno - è stato ricollocato agli arresti domiciliari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • "Minacce di morte e calci nella pancia alla fidanzata incinta", la donna lo perdona e ritira la querela

  • Gruppetto di tunisini sbarca a San Leone: i migranti scappano a gambe levate

  • Tenta di bloccare tunisino in fuga da Villa Sikania e viene aggredito: poliziotto finisce in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento