menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

"Nonno 80enne palpeggiò la nipotina": condannato a 7 anni e mezzo

L'uomo, che si trova agli arresti domiciliari, è stato denunciato dalla mamma della piccina che si è costituita parte civile. Il tribunale, per il risarcimento, si è rimesso al giudice civile ma ha stabilito una provvisionale di 10 mila euro

Atti sessuali sulla nipote. Un nonno ottantenne è stato condannato - dal tribunale di Sciacca (presidente Antonio Tricoli, con a latere i giudici Francesca Cerrone e Paolo Bono) - a 7 anni e 6 mesi di reclusione, con interdizione dai pubblici uffici durante l'espiazione della pena principale e interdizione in perpetuo da qualsiasi ufficio attinente alla tutela e curatela.

Secondo l'accusa, il nonno - che si trova agli arresti domiciliari - avrebbe palpeggiato fino a inserire le mani nei pantaloni della bimba toccandole il sedere. Tutto è avvenuto, nel luglio del 2018, nel Belice ed è grazie alla denuncia della madre della piccola, minore di 10 anni, che è stato dato il via alle indagini dei carabinieri prima e alla sentenza di primo grado ieri.

Per il risarcimento alla parte civile - la mamma della piccola si era costituita - il tribunale si è rimesso al giudice civile, stabilendo una provvisionale, immediatamente esecutiva, di 10 mila euro.

La misura cautelare dei domiciliari nei confronti dell'anziano era stata chiesta dal sostituto procuratore Roberta Griffo e disposta dal gip del tribunale di Sciacca. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento