rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca Valle dei Templi

Valle dei Templi, gli scavi regalano un nuovo "tesoro": doccione a forma di testa leonina

È stato trovato nell'area del tempio romano. Un reperto "inedito" che si va ad aggiungere alle altre preziose testimonianze rinvenute nella zona

La Valle dei Templi continua a regalare "gioielli" che lasciano di stucco gli esperti. Dagli scavi nell'area del tempio romano, nelle vicinanze dell'agorà, gli archeologi hanno trovato un gocciolatoio a forma di testa di leone. Un reperto "inedito" che si va ad aggiungere alle altre preziose testimonianze rinvenute nella zona.

LEGGI ANCHE: OCCHI PUNTATI SULL'ANTICA DISCARICA

Si tratta, esattamente, di una protome leonina, un doccione molto probabilmente posto nell’architrave del portico che contornava il tempio romano. "Il rinvenimento - spiega ad Agrigentonotizie il direttore del Parco archeologico, Giuseppe Parello -  è avvenuto a ridosso del lato est del portico, quindi l’ipotesi è che si tratti di un doccione, un elemento architettonico figurato, che aveva la funzione di smaltire l’acqua del tetto della struttura".

Trovato doccione a forma di testa leonina

Secondo gli esperti, il reperto è di periodo imperiale, realizzato, dunque, intorno al primo secolo dopo Cristo. "È una bella scoperta - prosegue Parello - che aggiunge informazioni ed elementi di qualità architettonica all’impianto strutturale del triportico".

LEGGI ANCHE: OCCHI PUNTATI SULL'ANTICA DISCARICA

Già un mese fa, le archeologhe che stanno eseguendo gli scavi, Valentina Caminneci, Maria Serena Rizzo e Maria Concetta Parello, avevano trovato altri preziosi reperti, ovvero una decina di monete ed un piccolo elemento in bronzo con una figura leonina. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valle dei Templi, gli scavi regalano un nuovo "tesoro": doccione a forma di testa leonina

AgrigentoNotizie è in caricamento