Sabato, 20 Luglio 2024
Cronaca Villaggio Mosè

Scavalca la recinzione per raccogliere nespole e gli si trancia il dito di una mano

Gli amici e il proprietario del terreno hanno ritrovato l'indice. Il diciannovenne è stato trasferito al reparto di Chirurgia plastica del “Civico” di Palermo

Avrebbe dovuto essere una serata goliardica: intrufolarsi sul terreno del vicino di casa, raccogliere nespole e mangiarle. Ha rischiato però, quella serata, di trasformarsi in tragedia: un diciannovenne agrigentino ha perso – gli si è tranciato di netto – l’indice della mano sinistra. E’ finito prima al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento e poi, dopo che gli amici e il proprietario del terreno hanno ritrovato il dito, al reparto di Chirurgia plastica del “Civico” di Palermo.

E’ accaduto tutto nel quartiere commerciale del Villaggio Mosè. A mobilitarsi, per aiutare il giovane ferito, sono stati i poliziotti della sezione “Volanti” della Questura di Agrigento. Agenti che, coordinati dal vice questore Cesare Castelli, hanno fatto il possibile per velocizzare prima le ricerche e poi il trasferimento del giovane e del dito recuperato.

Avrebbe dovuto, appunto, essere una serata come tante. Qualcuno, ad un certo punto, ha proposto di raccogliere le nespole che già si vedevano da un giardino. Un’area verde vicina a dove loro, in quel momento, si trovavano. La comitiva di giovani – forse tre ragazzi – lo hanno fatto. Nell'uscire, in maniera repentina, da quel giardino, scavalcando la recinzione, l’anello che il diciannovenne teneva al dito si sarebbe però incastrato e gli avrebbe tranciato il dito della mano sinistra.

E’ stato, naturalmente, il panico. Anche per i ragazzi che erano in compagnia del giovane ferito. Se da un lato, però, sono stati subito allertati e mobilitati i soccorsi, dall’altro è stata immediatamente fatta la ricerca – in mezzo al terreno – dell’indice tranciato. Dito che, per fortuna, in tempo, è stato recuperato. Il diciannovenne agrigentino verrà, inevitabilmente, sottoposto ad un intervento al reparto di Chirurgia plastica dell’ospedale “Civico” di Palermo dove, appunto, è stato trasferito.

I poliziotti della sezione “Volanti” dopo aver facilitato i soccorsi dell’agrigentino ferito hanno sviluppato una rapida attività investigativa. E’ stato, di fatto, sentito il proprietario del terreno dove si è verificato l’incidente. L’uomo, naturalmente, non ha formalizzato alcuna denuncia, anche perché ha capito subito che quei ragazzi volevano soltanto raccogliere e mangiare delle nespole. Sono stati ascoltati anche – per meglio ricostruire l’accaduto - i ragazzi che erano in compagnia del giovane ferito. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scavalca la recinzione per raccogliere nespole e gli si trancia il dito di una mano
AgrigentoNotizie è in caricamento