rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Nuovo caso

"Scaricava acqua non trattata": sequestrato un altro autolavaggio, più di 10 in neanche 2 mesi

Il titolare dell'impianto è stato denunciato alla procura per reati ambientali

Stessa storia. Un altro autolavaggio, non distante dal centro di Agrigento, è stato "pizzicato" a scaricare illecitamente le acque dell'attività. Anche questo impianto è stato sequestrato - sono una decina, fra la città dei Templi e paesi del circondario, quelli chiusi in poco meno di due mesi - e il titolare è stato denunciato alla procura per reati ambientali. Ancora una volta è stato riscontrato che le acque reflue dell'impianto venivano scaricate senza essere prima sottoposte ai necessari trattamenti imposti dalla legge per scongiurare inquinamento. I tecnici dell'Arpa hanno, come al solito, effettuato dei campionamenti di acqua e terra che dovranno essere analizzati per stabilire se, ed eventualmente di che portata sia, c'è inquinamento ambientale. 

Nell'Agrigentino - nella città dei Templi soprattutto - è diventato difficile trovare un impianto dove si possa provvedere a ripulire la macchina senza dover stare incolonnati ad aspettare il proprio turno per ore ed ore. 

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Clicca qui per seguire anche il nostro canale

  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Scaricava acqua non trattata": sequestrato un altro autolavaggio, più di 10 in neanche 2 mesi

AgrigentoNotizie è in caricamento