Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

«Abusi su minore in comunità alloggio», scarcerato il licatese Giugno

Il Tribunale del Riesame di Palermo ha annullato l’ordinanza di convalida emessa dal Gip del Tribunale di Agrigento, Alfonso Malato, e ne ha disposto la scarcerazione. Le azioni a lui contestate dall'accusa sarebbero avvenute all’interno del locale cucina della comunità

Mirko Giugno, il giovane licatese che la procura di Agrigento ritiene responsabile di aver compiuto atti sessuali con una ragazza ospitata nella Comunità alloggio per minori con disturbo del comportamento di Palma di Montechiaro, abusando della sua qualità di operatore addetto alla custodia, non è più in stato di fermo.

Il Tribunale del Riesame di Palermo ha annullato l’ordinanza di convalida emessa dal Gip del Tribunale di Agrigento, Alfonso Malato, e ne ha disposto la scarcerazione.

Le azioni a lui contestate dall'accusa sarebbero avvenute all’interno del locale cucina della comunità, durante l’orario notturno, mentre gli altri ospiti dormivano, approfittando dell’assenza di altri operatori in servizio di vigilanza.

Giugno era stato fermato lo scorso 22 luglio.

Il provvedimento era stato emesso dai sostituti procuratori della Repubblica Salvatore Vella e Simona Faga, del Dipartimento delitti sessuali e contro la famiglia coordinato dal Procuratore della Repubblica, Renato Di Natale.

Le indagini sono state svolte dal Commissariato di Ps di Palma di Montechiaro.
Mirko Giugno è difeso da Santo Lucia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Abusi su minore in comunità alloggio», scarcerato il licatese Giugno

AgrigentoNotizie è in caricamento