menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Operazione "SelfService":  Scarcerato Giorgio Parrino

Operazione "SelfService": Scarcerato Giorgio Parrino

Operazione "SelfService": Scarcerato Giorgio Parrino

Patteggiata la pena a un anno e dieci mesi, pena sospesa. Applicato temporaneamente l'obbligo di...

Il giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Agrigento, Alberto Davico, accogliendo la richiesta degli avvocati Luigi Troja e Antonietta Loredana Pecoraro, ha scarcerato Giorgio Parrino, 55 anni, di Favara. Il professionista favarese coinvolto nell'inchiesta denominata “Self Service” che ha riguardato l'Ufficio tecnico del Comune di Agrigento per ipotesi di corruzione, venne tratto in arresto a seguito di ordinanza del Gip di Agrigento.

Secondo i difensori, poiché la stessa autorità inquirente ha affermato “...giova preliminarmente sottolineare che l'architetto Parrino...non risulta inserito in alcun contesto associativo, ma effettua pagamenti in maniera isolata ed autonoma...”, la posizione del loro assistito poteva essere certo ridimensionata. Così gli avvocati Troja e Pecoraro hanno avanzato istanza di scarcerazione con richiesta di patteggiamento della pena ad una anno e mesi dieci di reclusione, pena sospesa.

Il pubblico ministero ha espresso parere favorevole ed il Gip ha disposto la scarcerazione, applicando temporaneamente l'obbligo di dimora ad Agrigento e Favara.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento