Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Scala dei Turchi, Cordaro: "Predisposto il piano per riconsegnarla presto alla collettività"

In una prima fase si interverrà per fermare nuovi fenomeni franosi, poi si punterà sul dissequestro e su un piano per la gestione

Prima una perizia idrogeologica, poi la definizione del progetto e la realizzazione delle opere che serviranno a regimentare le acque sia superficiali che nel sottosuolo. Sono questi i prossimi passaggi che la Regione Siciliana compirà per restituire alla collettività la Scala dei turchi ottenendo il  dissequestro da parte della Procura di Agrigento.

Stamattina l'assessore regionale al Territorio e ambiente, Toto Cordaro, ha eseguito un sopralluogo tecnico al termine del quale si è convenuto che i lavori saranno realizzati dalla struttura contro il dissesto idrogeologico, guidata dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. 

"Prosegue il nostro impegno  - afferma l'assessore Cordaro - per la tutela e la valorizzazione di questo straordinario tesoro naturalistico siciliano. Nell'ottica di una leale collaborazione istituzionale con il procuratore Luigi Patronaggio, abbiamo stilato un cronoprogramma che ci consentirà di restituire al più presto la Scala dei Turchi alla collettività. Nei prossimi giorni sarà redatta la perizia idrogeologica, passaggio preliminare al progetto e ai lavori di regimentazione delle acque in superficie e nel sottosuolo, che rappresentano la causa principale di erosione". 

Il governo regionale in questi mesi ha già realizzato due interventi di messa in sicurezza del sito, per un importo di quasi un milione di euro.  Al termine di questa fase ci si occuperà di trovare una soluzione sulla gestione per garantire tutela e fruizione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scala dei Turchi, Cordaro: "Predisposto il piano per riconsegnarla presto alla collettività"

AgrigentoNotizie è in caricamento