menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scade il mandato, Maria Grazia Brandara saluta il "Consorzio legalità e sviluppo"

Nella nota il presidente ringrazia i prefetti che hanno, in questi anni, voluto e sostenuto il consorzio: Pezzuto, Saladino, Postiglione, Ferrandino, fino all'attuale Diomede, il vice prefetto Giovanna Termini, Andrea Messina e Battaglia, componenti del Cda

"Il mio mandato è scaduto, non sono queste delle dimissioni, ma una discreta sollecitazione ai sindaci del consorzio a predisporre tutti gli atti necessari all’insediamento di un nuovo presidente".

E’ questa la sintesi di una appassionata e documentata lettera inviata da Mariagrazia Brandara, presidente del Consorzio per la Legalità e lo sviluppo, ai sindaci aderenti all’organismo.

"Dal 2009, anno in cui sono stata eletta – afferma Brandara - ho continuato, sotto il profilo gestionale, ciò che, sotto quello dell’indirizzo, avevamo, insieme ai colleghi sindaci del tempo, individuato e definito: il percorso affinché i beni confiscati alla mafia fossero restituiti al loro riutilizzo sociale, Robadao a Naro è uno di questi. Tante le iniziative e tantissimi i risultati – continua - credo sia arrivato il tempo che restituisca il testimone di un impegno a voi sindaci, affinché individuiate chi possa proseguire nella gestione dei beni da voi affidati e nella mission di divulgazione della cultura della legalità che, oggi, qualcuno vorrebbe giudicare demodé".

Nella nota il presidente Brandara ringrazia i prefetti che hanno, in questi anni, voluto e sostenuto il consorzio: Pezzuto, Saladino, Postiglione, Ferrandino, fino all’attuale Diomede, il vice prefetto Giovanna Termini, Andrea Messina e Battaglia, componenti del Cda, ma anche associazioni, cooperative, scuole e forze dell’ordine che unitamente al consorzio per la legalità e lo sviluppo hanno condotto e sostenuto gli interventi mirati a realizzare iniziative di promozione e divulgazione di quei principi sani, che devono segnare il percorso di uno stato di diritto.

La Brandara, conclude la lettera affermando: "Grazie ai sindaci che ho avuto accanto, ai nuovi eletti l’augurio di buon lavoro e al nuovo presidente buona continuità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento