rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Sbarco di immigrati del 7 giugno, ci sarà l'incidente probatorio

E' stato richiesto perché gli imputati sono "cittadini extracomunitari che potrebbero lasciare il territorio dello Stato italiano"

"La prova non appare rinviabile al dibattimento in ragione del fatto che si tratta di cittadini extracomunitari che potrebbero lasciare il territorio dello Stato italiano". Per queste motivazioni, il pubblico ministero Chiara Bisso ha chiesto al gip di disporre l'incidente probatorio per acquisire e cristallizzare la testimonianza a carico dei tre presunti scafisti finiti in carcere. Si tratta dei tunisini Dhakwin Abdallah, 26 anni; Bilal Bounab, 26 anni e Marii Abdallah, 31 anni. I tre presunti "trafficanti", difesi dagli avvocati Giuseppe Lauricella, Stefania La Rocca e Salvatore La Longa, avrebbero trasportato altri venti migranti dalla Libia a Lampedusa, sbarcando, il 7 giugno, a bordo di una piccola imbarcazione, di circa sei metri, «sprovvista - sottolinea il pm - di dispositivi di salvataggio e inidonea a trasportare un numero di persone così elevato, esponendo i migranti a pericolo per la loro vita». I tre, sostiene l'accusa, si sarebbero alternati alla guida del natante. Cinque migranti hanno rotto il muro del silenzio collaborando e facendoli arrestare. Il pm, adesso, chiede di acquisire la loro testimonianza prima che possano rendersi irreperibili. A decidere se disporre quella che, a tutti gli effetti, è un'anticipazione del dibattimento, con i testimoni che vengono interrogati da tutte le parti, sarà il gip.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbarco di immigrati del 7 giugno, ci sarà l'incidente probatorio

AgrigentoNotizie è in caricamento