menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La motovedetta dei carabinieri impegnata nelle ricerche

La motovedetta dei carabinieri impegnata nelle ricerche

Porto Empedocle, migranti tentano la fuga gettandosi in mare

La fuga è durata all'incirca un'ora, durante la quale polizia, carabinieri e guardia costiera hanno cercato i due fuggitivi sia a terra che in mare, con diverse motovedette impiegate nelle operazioni di ricerca

Hanno tentato la fuga lanciandosi in mare pochi istanti dopo che la motonave "Paolo Veronese" è approdata al porto di Porto Empedocle. Facevano parte del gruppo di sessanta migranti, sbarcati a Lampedusa e trasferiti ieri sera con la nave di linea per la collocazione nei centri di accoglienza siciliani.

Durante le operazioni di sbarco dalla nave, due di loro sono fuggiti, gettandosi in mare dentro il porto. La fuga è durata all'incirca un'ora, durante la quale polizia, carabinieri e guardia costiera hanno cercato i due "fuggitivi" sia a terra che in mare, con diverse motovedette impiegate nelle operazioni di ricerca.
 
I migranti sono stati poi recuperati e trasportati al pronto soccorso dell'ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento con le ambulanze del 118. 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento