rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Il fenomeno / Lampedusa e Linosa

Ventinove sbarchi con 1.167 migranti, in 2.196 hanno lasciato Lampedusa

Evacuazione medica d'urgenza dalla nave militare Dattilo dove, nel primissimo pomeriggio, erano stati imbarcati 600 migranti ospiti dell'hotspot di Lampedusa. Una donna incinta si è sentita male e una motovedetta della Guardia costiera la sta riportando sulla più grande delle isole Pelagie

Ore 22. Evacuazione medica d'urgenza dalla nave militare Dattilo dove, nel primissimo pomeriggio, sono stati imbarcati 600 migranti ospiti dell'hotspot di Lampedusa. Mentre la nave era in navigazione verso Augusta e Catania, una donna incinta si è sentita male. Una motovedetta della Guardia costiera ha raggiunto la "Dattilo" ed ha trasbordato la donna che sta per tornare a Lampedusa dove, al porto, è già pronta un'autoambulanza del 118 per trasferirla al Poliambulatorio. 
Dopo una giornata di trasferimenti, gli ultimi 220 sono stati imbarcati un'ora fa sul traghetto di linea Cossyra che giungerà all'alba di domani a Porto Empedocle, nella struttura di primissima accoglienza di contrada Imbriacola sono al momento presenti 2.583 ospiti, tra i quali 955 minori. Oggi sono state spostate complessivamente 2.196 persone: 500 con il traghetto della mattina per Porto Empedocle, 180 con aereo per Bologna, 96 con motovedetta per Pozzallo, 600 con nave Dattilo e 220 con il traghetto della sera per Porto Empedocle. Sull'isola, con 29 sbarchi sono, al momento, giunti 1.167 persone. 

Ore 18,30. Altri 330 migranti sono sbarcati a Lampedusa dopo che 9 barche sono state soccorse nelle acque antistanti a Lampedusa e 8 migranti sono stati recuperati dall'isolotto di Lampione. Salgono a 28, con un totale di 1.124 persone, gli approdi a partire dalla mezzanotte. 
Sui natanti c'erano da un minimo di 17 tunisini fino ad un massimo di 57 originari di Sierra Leone, Costa d'Avorio, Burkina Faso, Guinea, Sudan, Camerun, Senegal, Gambia. 
Tutti hanno riferito di essere salpati da Sfax, in Tunisia. Solo due gruppi hanno invece detto di essersi imbarcati in una spiaggia di Chebba e di Sidi Mansour, sempre in Tunisia. 
Anche loro, dopo i primi controlli sanitari, sono stati portati all'hotspot. 

Ore 17,10. Sono 1.280 i migranti che hanno già lasciato Lampedusa: 500 con il traghetto di linea della tarda mattinata per Porto Empedocle 180 con un aereo per Bologna e 600 sono stati imbarcati sulla nave militare Dattilo che sta facendo rotta verso Augusta e Catania. E' in corso, al momento, l'imbarco di altri 100 ospiti dell'hotspot della più grande delle isole Pelagie su una motovedetta della Guardia di finanza che si sposterà verso Pozzallo, mentre in serata altri 250 migranti verranno trasferiti con la motonave di linea che giungerà all'alba di domani a Porto Empedocle. Prefettura di Agrigento e polizia stanno cercando di fare il più in fretta possibile per alleggerire l'hotspot, dove alle ore 13, c'erano ancora 3.111 persone. E questo perché sull'isola continuano a registrarsi sbarchi e si ripetono le segnalazioni di avvistamenti e di soccorsi. Negli ultimi giorni, nonostante il tour de force di trasferimenti, sono arrivati molti più migranti di quanti ne sono stati spostati.   

Ore 16. Altri 342 migranti sono sbarcati, nel giro di poche ore, a Lampedusa dopo che le 8 imbarcazioni sulle quale viaggiavano sono state soccorse dalle motovedette della Guardia costiera e della Guardia di finanza. Salgono a 18, dalla mezzanotte, con un totale di 794 persone, gli sbarchi sulla più grande delle isole Pelagie. 
Sulle ultime carrette soccorse c'erano da un minimo di 35 fino a 56 persone, comprese donne e bambini, originarie di Burkina Faso, Costa d'Avorio, Camerun, Guinea, Liberia, Mali, Pakistan, Etiopia, Sudan e Senegal.  Tutti, dopo il trasbordo sulle unità di soccorso, hanno riferito di essere partiti da Sfax, in Tunisia. In almeno un paio di casi, le imbarcazioni sono state trovate alla deriva, prive di motore che, a dire dei migranti, sarebbe stato perso durante la navigazione. 

Ore 8. Ennesima notte di sbarchi a Lampedusa dove sono sbarcati 452 migranti. Ieri gli approdi erano stati invece complessivamente 20 con 750 persone. Uno degli ultimi approdi, prima della mezzanotte, è avvenuto direttamente a Cala Francese dove i militari della Guardia di finanza hanno rintracciato e bloccato 17 eritrei, etiopi e sudanesi che hanno riferito di essere partiti da Homs, in Libia. 
Sui 10 barchini, soccorsi durante la notte dalla Guardia costiera, c'erano da un minimo di 42 ad un massimo di 51 persone originarie di Burkina Faso, Costa d'Avorio, Camerun, Etiopia, Guinea, Mali, Nigeria, Sudan e Senegal. Tutti i diversi gruppi, fra cui donne e bambini, hanno riferito di essere salpati da Sfax, in Tunisia. Dopo i primissimi controlli sanitari, tutti sono stati portati all'hotspot di contrada Imbriacola. 

Sono 3.565 i migranti ospiti dell'hotspot di Lampedusa che è tornato a scoppiare. 
La Prefettura di Agrigento, d'intesa con il Viminale, ha disposto per metà mattinata l'imbarco di 500 persone sul traghetto di linea Galaxy che giungerà in serata a Porto Empedocle; 180 partiranno invece con un volo aereo per Bologna e alle ore 14, circa 600 migranti verranno trasferiti sulla nave militare Dattilo. Per questa sera, invece, è stato già predisposto che altri 250 lasceranno la struttura di primissima accoglienza per essere imbarcati sul secondo traghetto di linea per Porto Empedocle. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ventinove sbarchi con 1.167 migranti, in 2.196 hanno lasciato Lampedusa

AgrigentoNotizie è in caricamento