Raffica di sbarchi, Salvini: "I maltesi danno benzina e bussole ai migranti"

Il ministro: "Se qualcuno era abituato a trattare l’Italia da campo profughi, con me e con questo Governo, ha sbagliato indirizzo"

Il ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini -  commentando i continui, piccoli, sbarchi su Lampedusa - si è scagliato contro Malta ed è stato chiaro: “Se qualcuno era abituato a trattare l’Italia da campo profughi, con me e con questo Governo, ha sbagliato indirizzo. Quindi, se è provato che i francesi scaricano i migranti nei boschi di notte e che i maltesi diano benzina, giubbotti e bussole agli immigrati dicendogli: 'Sempre dritto si arriva in Italia’, a questo punto invece di aspettare le letterine di Bruxelles, siamo noi che mandiamo letteracce a Bruxelles, perché mi sono rotto le palle”.

Lampedusa, negli ultimi giorni, è accerchiata da imbarcazioni cariche di tunisini: in una notte sono arrivati in 29 e in quella successiva in 99. E lo hanno fatto con complessive 6 microscopiche “carrette del mare”. Ieri pomeriggio, una settantina di migranti sono stati soccorsi al largo di Lampedusa da un peschereccio di Mazara del Vallo. I profughi sono stati raggiunti da una motovedetta della Guardia costiera che li ha portati a Lampedusa. In nottata, erano sbarcati sulla più grande delle isole Pelagie – secondo quanto ha riferito “Mediterranea”: l’associazione che sostiene la nave “Mare Jonio” che è impegnata in attività di monitoraggio e soccorso - altri 150 migranti. Tra loro, un gruppo di 27 fra cui 8 donne e 6 bambini che originariamente erano su un gommone di colore nero. Natante che era stato avvistato a più di 70 miglia da Lampedusa. Proprio la nave “Mare Jonio” ha comunicato la propria disponibilità a cooperare con le autorità maltesi per le operazioni di soccorso. Alle 21,40, Malta – stando sempre alla ricostruzione di “Mediterranea” – ha comunicato, via mail, che “il caso era chiuso” e quando “Mare Jonio” ha chiesto se fosse stato già effettuato il recupero delle persone a bordo del gommone, alle 22,10, Malta ha risposto che il gommone aveva raggiunto autonomamente le acque di Lampedusa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Troppi indizi ci fanno credere d’essere di fronte a un vero e proprio atto ostile di un altro Paese dell’Unione europea: dopo quanto emerso a Claviere nelle ultime settimane, c'è la sensazione che l’Italia sia sotto attacco – ha detto il ministro Matteo Salvini - . Alcuni Paesi membri dell’Ue - sottolinea il vice premier – si disinteressano degli immigrati e ce li rifilano, mentre Bruxelles ci minaccia di sanzioni per la manovra: non ci faremo intimidire”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 59 nuovi positivi nell'Agrigentino: ci sono anche insegnanti e studenti, è raffica di scuole chiuse

  • Tragedia a Villaseta: giovane si toglie la vita, avviate le indagini

  • Regione, firmata l'ordinanza: centri commerciali e outlet chiusi la domenica pomeriggio e coprifuoco dalle 23

  • Non si fermano i contagi a Sambuca, altri nove positivi: tra questi anche un impiegato

  • Amministrative, Franco Miccichè il nuovo sindaco: vittoria a valanga su Firetto

  • Coronavirus: 17 positivi in provincia, ci sono pure 6 alunni e 2 insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento