Sbarchi a mai finire a Lampedusa, Maraventano: "Situazione insostenibile, denuncio Lamorgese"

L'ex senatrice della Lega Nord: "Non ci sono inoltre i dispositivi necessari e obbligatori per contrastare la diffusione del contagio Covid"

Una precedente protesta a Lampedusa

Angela Maraventano, ex senatrice lampedusana della Lega, annuncia che "alla luce di quanto è accaduto e sta accadendo ancora oggi a Lampedusa dal primo giorno che è stato dichiarato lo stato di emergenza Covid, sono costretta mio malgrado a denunciare il ministro degli interni Lamorgese dando voce a tutti i miei concittadini".

"Migliaia di migranti arrivano sulla nostra isola, indisturbati", afferma la ex parlamentare, aggiungendo che "ancora oggi, non ci sono inoltre i dispositivi necessari e obbligatori per contrastare la diffusione del contagio Covid". "Bene sta facendo il sindaco di Potenza - prosegue Angela Maraventano - a volere denunciare il ministro Lamorgese solo per avergli mandato 25 migranti risultati positivi al tampone. E noi a Lampedusa? Dobbiamo attendere le navi per trasferire i migranti o per la quarantena? Non è possibile. Non è plausibile. Non è giustificabile. Ci stanno uccidendo e stanno massacrando anni di duro lavoro che i lampedusani hanno fatto per riuscire solo a lavorare con il turismo. Anni durante i quali lo Stato non è mai riuscito a garantire neanche i servizi  basilari alle nostre collettività. ora basta, è venuto il momento che ognuno si prenda le proprie responsabilità e venga fatta luce su una questione che interessa non solo Lampedusa ma anche il resto dell'Italia e dell'Europa". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ricerca: "Chi ha questo gruppo sanguigno è più protetto dal Covid"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Paura e contagi fuori controllo nell'Agrigentino, Cuffaro sbotta: "La verità? Siamo in mano a nessuno"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento