Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Depuratori malfunzionanti o senza autorizzazioni: sanzioni per oltre 90mila euro

Ancora una volta ad emetterle è stato il Libero consorzio in seguito ad accertamenti realizzati nel 2017. Resta da capire, con la Girgenti Acque in fallimento, chi pagherà

(foto ARCHIVIO)

Privi da anni di autorizzazione al funzionamento o poco efficienti, tanto da rilasciare un refluo carico di batteri che poi, ovviamente, finiva nei fiumi e nel mare della nostra provincia. E' questo il racconto dell'orrore (che però è vero e concreto) che si trae a leggere la decina di provvedimenti di sanzione emessi dal Libero consorzio di Agrigento a carico di sindaci e della società Girgenti Acque (tutti omissati, inspiegabilmente) con un ammontare complessivo di oltre 90mila euro.

Come era già avvenuto in decine di altri casi, si tratta dei provvedimenti conclusivi di istruttorie iniziate anni fa e derivanti dalle attività di controllo messe in campo dall'Arpa nel 2017, quando verificò a tappeto gli impianti della provincia rintracciando carenze di ogni tipo. L'iter alla fine ha portato oggi all'emissione della sanzione che, nel caso di Girgenti Acque, sarà inoltrata ai commissari liquidatori con un discreto margine di incertezza rispetto all'effettivo soddisfacimento della richiesta di pagamento.

Del resto le decine di multe già elevate negli ultimi anni sono state in larghissima parte impugnate dall'ex gestore e quindi sarebbe interessante capire, alla fine dei conti, chi pagherà cosa e quanto.

Altrettanto interessante sarebbe capire quale sia oggi lo stato in cui versano i depuratori del nostro territorio (prima sequestrati, poi consegnati al gestore, poi trasferiti alla Regione, poi ancora restituiti alla gestione commissariali senza notizia di adeguamenti realizzati) e se questi, ancora oggi, continuino a scaricare i loro reflui senza autorizzazioni e senza piena efficacia depurativa.

E' impossibile saperlo, almeno ai più, perché se un tempo sul sito dell'Ato idrico venivano pubblicati periodicamente i report dei valori anomali di scarico, dal 2018 almeno non vi è più traccia di queste certificazioni sul sito on line dell'Ente, senza che nessuno abbia mai saputo fornirci una risposta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Depuratori malfunzionanti o senza autorizzazioni: sanzioni per oltre 90mila euro

AgrigentoNotizie è in caricamento