rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca Santo Stefano Quisquina

Ha danneggiato il vaso di ceramica: incastrato dalla videosorveglianza ricompra la fioriera

Emblematico il "caso" di Santo Stefano Quisquina che servirà anche in chiave preventiva perché da quei vasi staranno ben alla larga i vandali

Certo servono i soldi. E le casse comunali, in generale, sono quasi sempre al rosso. Certo non si può avere ogni angolo di strada videosorvegliato. Ma ci sono casi - esemplari - che dimostrano quanto effettivamente possano essere utili, e non soltanto agli investigatori, ma anche agli stessi amministratori, gli impianti di videosorveglianza. A Santo Stefano Quisquina, un uomo ha danneggiato - mandandolo in frantumi - uno dei vasi acquistati e installati per adornare piazza San Giordano Ansalone. Un danneggiamento, uno dei tanti che si registrano - perché, in generale, i vandali sono sempre in agguato - in tutti i Comuni. Anche se ci sono realtà - il capoluogo ne è testimone altrettanto emblematico - dove episodi del genere si registrano con sistematica e allarmante cadenza.  

Vandali ancora in azione al Viale della Vittoria, distrutti tre vasi

Ma a Santo Stefano Quisquina, le telecamere di videosorveglianza - quelle che ad esempio, e da tanti, vengono reclamate per tutelare la terrazza del viale Della Vittoria ad Agrigento - hanno permesso, in tempo record, di individuare il responsabile del danno. "Dopo aver visionato le telecamere di sorveglianza della piazza - ha confermato e spiegato il sindaco Francesco Cacciatore - è stato prontamente individuato il responsabile del danno che ha, già nel pomeriggio di oggi, provveduto a commissionare la nuova fioriera in ceramica".

"Caso" risolto a Santo Stefano Quisquina. "Caso" che servirà anche in chiave preventiva perché da quei vasi in ceramica staranno ben alla larga i vandali. Ma le telecamere di videosorveglianza servono anche, e soprattutto, per dare una accelerata ad inchieste importanti e non solo su fatti di spicciola microcriminalità. La mancanza di impianti pubblici di videosorveglianza è stata, ad esempio, rilevata durante l'attività investigativa sull'omicidio di Ferragosto a Favara. I carabinieri sono poi riusciti a fermare un uomo, ritenuto il presunto responsabile dell'assassinio. Ma ci sono riusciti grazie ad una meticolosa e paziente indagine, utilizzando però anche un video ricavato da un impianto privato di videosorveglianza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ha danneggiato il vaso di ceramica: incastrato dalla videosorveglianza ricompra la fioriera

AgrigentoNotizie è in caricamento