rotate-mobile
Il rifugio / Santa Margherita di Belice

Santa Margherita, i volontari dell'oasi Ohana salvano cagnolina col tumore

L'animale è stato avvicinato con difficoltà e sarà affidato alle cure di un veterinario

Un tumore lungo fino quasi a toccare terra e grande come un enorme cocomero. Sono immagini scioccanti quelle che giungono da Santa Margherita di Belice, dove questa mattina l'Oasi Ohana, rifugio per cani in difficoltà fondato da Chiara Calasanzio, è riuscita a recuperare dopo giorni e giorni di appostamenti una cagnolina malata.

"Erano giorni - si legge in una nota dell'associazione - che si susseguivano segnalazioni e avvistamenti del povero animale, ma ogni tentativo di avvicinamento da parte di Chiara e dei volontari Sara Messina, Viviana Barbera, Rosanna Portolano e Mauro Bucemi era naufragato a fronte della paura dell'animale. Proprio Sara, con un paziente lavoro - si legge sempre nella nota -, è riuscita a conquistare la sua fiducia e avvicinarla quel tanto che ha permesso un recupero non traumatico e sicuro, nonostante la cagnolina abbia provato a mordere a causa della paura e della non abitudine all'umano".

Domattina sarà visitata da un veterinario. La cagnolina indossava un collare di ferro, domani si saprà se è provvista di chip, anche se nessuno ad oggi ha denunciato la sua scomparsa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santa Margherita, i volontari dell'oasi Ohana salvano cagnolina col tumore

AgrigentoNotizie è in caricamento