Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Santa Margherita di Belice

Cantiere per rifare una strada, impresa nel mirino: danneggiati camion ed escavatori

L’appalto per il rifacimento della via è stato aggiudicato, dal Libero consorzio comunale, per un importo complessivo di circa due milioni di euro. Aperta un'inchiesta

Danneggiati due escavatori e due camion di proprietà della ditta che, per conto del Libero consorzio comunale di Agrigento, si sta occupando dei lavori di rifacimento della strada provinciale che collega Santa Margherita Belice con Sambuca di Sicilia. A denunciare l’accaduto, alla stazione dei carabinieri, è stato il titolare della società aggiudicataria dei lavori. E’ stata, come sempre avviene in questi casi, avvisata la Procura della Repubblica di Sciacca che ha, naturalmente, aperto un fascicolo d’inchiesta, al momento, contro ignoti.

Il danneggiamento dei mezzi – il riserbo investigativo è più che massimo e non trapela neanche la minima indiscrezione – è fra il pomeriggio di venerdì e l’alba di martedì. Proprio martedì è stata fatta, infatti, la scoperta e, poche ore dopo, è stata formalizzata la denuncia. I due escavatori – stando a quanto, ieri, è emerso – erano posteggiati nel cantiere allestito nella strada provinciale. I due camion, uno Iveco e l’altro Mercedes, si trovavano invece fermi in un’area di parcheggio in via Corona a Santa Margherita Belice.

A quanto pare, l’imprenditore – che ha denunciato – non avrebbe sospetti su chi possa essere stato l’autore del doppio danneggiamento che ha provocato danni importanti. Danni ancora in corso di quantificazione nell’esatto ammontare, per la precisione, e non coperti da nessuna polizza assicurativa.

L’appalto per il rifacimento della strada provinciale che collega Santa Margherita Belice con Sambuca di Sicilia è stato aggiudicato, dal Libero consorzio comunale di Agrigento, per un importo complessivo di circa due milioni di euro.

Adesso, spetterà all’attività investigativa dei militari dell’Arma della stazione di Santa Margherita Belice, che sono coordinati dal comando compagnia di Sciacca, provare a tracciare la giusta pista per arrivare all’identificazione di chi ha messo a segno il doppio danneggiamento. Appare scontato – ma non ci sono conferme istituzionali al riguardo – che i carabinieri di Santa Margherita Belice per prima cosa abbiano appurato se sulle aree dei danneggiamenti, o nelle immediate adiacenze, fossero o meno presenti impianti di videosorveglianza pubblici o privati. Si tratta, del resto ormai, di un primissimo – talvolta anche determinante - passaggio procedurale per provare a fare in modo che l’inchiesta possa svilupparsi rapidamente. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantiere per rifare una strada, impresa nel mirino: danneggiati camion ed escavatori

AgrigentoNotizie è in caricamento