rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
L'inchiesta / Santa Margherita di Belice

Maxi scazzottata fra giovani studenti dopo uno spettacolo musicale, ferito carabiniere: 5 denunciati per rissa

I carabinieri, nel piazzale, hanno anche rinvenuto e sequestrato un coltello a serramanico. Appare scontato che uno dei corrissanti se ne sia liberato non appena ha visto arrivare i militari che erano di turno per l’ordine pubblico

Assistono ad uno spettacolo musicale e, alle 4 circa di domenica, al momento di lasciare il piazzale, scoppia una rissa. Una maxi scazzottata fra giovani studenti. Uno dei carabinieri in servizio di ordine pubblico, tentando di riportare la calma, è rimasto contuso ed è finito alla Guardia medica del paese dove i medici gli hanno diagnosticato escoriazioni alle mani. Cinque le persone – residenti a Sambuca di Sicilia e a Santa Margherita Belìce – che sono state denunciate, dai militari dell’Arma, alla Procura della Repubblica di Sciacca. I carabinieri, nel piazzale, hanno anche rinvenuto e sequestrato un coltello a serramanico. Appare scontato che uno dei corrissanti se ne sia liberato non appena ha visto arrivare i carabinieri che erano di turno per l’ordine pubblico. Ma la presenza di quel coltellaccio è risultata essere assai inquietante: il tafferuglio avrebbe potuto avere conseguenze assai gravi.

Scoppia la rissa in un locale della movida, gli impianti di videosorveglianza incastrano i coinvolti: sei i denunciati, ferito il barista

Cosa abbia innescato la rissa, scoppiata all’alba di domenica, dopo un sabato sera che avrebbe dovuto essere di allegria e spensieratezza, non è risultato chiaro neanche ai carabinieri. Forse qualche spintone o qualche parola di troppo visto che si è registrata proprio al momento del deflusso dal piazzale. A finire nei guai, denunciati appunto per rissa, sono stati: uno studente ventunenne (che dovrà rispondere anche dell’ipotesi di reato di resistenza a pubblico ufficiale) e uno studente diciannovenne, entrambi di Sambuca di Sicilia. E poi altri due studenti di 20 anni e uno di 17 anni (in questo caso la denuncia è stata fatta alla Procura presso il tribunale per i minorenni), tutti di Santa Margherita Belice. Alla maxi scazzottata avrebbero partecipato anche altri giovanissimi che, ieri, risultavano essere ancora in corso di identificazione da parte dei carabinieri della stazione di Santa Margherita Belìce, che è coordinata dal comando compagnia di Sciacca. L’attività investigativa dei militari dell’Arma non è dunque ancora terminata. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi scazzottata fra giovani studenti dopo uno spettacolo musicale, ferito carabiniere: 5 denunciati per rissa

AgrigentoNotizie è in caricamento