Venerdì, 23 Luglio 2021
Cronaca

Fuoco all'interno del garage di una villa: distrutti veicoli e attrezzature agricole

Il deposito – di circa 30 metri quadrati - è stato dichiarato inagibile dai pompieri. Delle indagini - sulla natura dell'incendio - si stanno occupando i carabinieri

(foto archivio)

Scoppia un incendio all'interno del garage di una villa privata, di proprietà di un pensionato di 74 anni, e l’anziano - nonostante il tempestivo intervento dei vigili del fuoco e dei carabinieri – perde i veicoli e gli attrezzi agricoli che vi erano custoditi. L'immobile di circa 30 metri quadrati é stato dichiarato inagibile. Ieri, risultavano essere ancora in corso le verifiche per stabilire le cause dell'incendio. Cause che, appunto, non apparivano essere per niente chiare.

Tutto è accaduto nella tarda serata di lunedì, in contrada Cavalcante in territorio di Santa Margherita di Belìce. Erano le 21 circa quando il pensionato settantaquattrenne si accorgeva del fumo che fuoriusciva dal garage attiguo alla sua villetta. Subito ha allertato i carabinieri che, giunti in contrada Cavalcante, hanno immediatamente chiamato i vigili del fuoco. I pompieri, per ore ed ore, idranti alla mano, hanno cercato di salvare il salvabile all’interno di quel deposito. C’è stato però ben poco da fare per tutto il suo contenuto e perfino per la stessa struttura. Tutto quello che era custodito all’interno del garage – alcuni veicoli e gli attrezzi agricoli – sono andati infatti distrutti, letteralmente inceneriti. Soltanto quando il grosso incendio – che ha provocato gravissimi danni – è stato domato, i pompieri, effettuato le verifiche di carattere tecnico, si sono pronunciati sulle condizioni di stabilità dell’immobile. Il garage – di circa 30 metri quadrati - è stato dichiarato inagibile, ma ieri risultavano essere in corso nuove, ed ulteriori, verifiche sull’intera struttura. Sia durante la notte, che nella giornata di ieri, erano in corso anche gli accertamenti dei militari dell’Arma ai quali spetterà il difficile compito di stabilire la natura dell’incendio. Nessuna ipotesi investigativa, ieri, veniva categoricamente esclusa: né quella accidentale, dovuta magari ad un cortocircuito dell’impianto elettrico, né quella dolosa. Fitto il riserbo investigativo dei carabinieri della stazione di Santa Margherita di Belìce, che sono coordinati dal comando compagnia di Sciacca. I militari non hanno lasciato trapelare neanche la più piccola indiscrezione, ossia se porte ed infissi siano risultati essere regolarmente chiusi o se invece siano stati riscontrati segni di effrazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuoco all'interno del garage di una villa: distrutti veicoli e attrezzature agricole

AgrigentoNotizie è in caricamento