rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
L’intervento / Santa Margherita di Belice

Il nuovo anno comincia male per alcuni cuccioli: abbandonati dentro uno scatolone e salvati da una volontaria

Intervento provvidenziale di Chiara Calasanzio dell’oasi Ohana che li ha strappati alla morte: “Gente che preparava il cenone di Capodanno e contemporaneamente riusciva a compiere un gesto inumano”

Il nuovo anno è cominciato con l’ennesimo caso di abbandono di animali. E’ successo a Santa Margherita Belice ed ancora una volta è stato provvidenziale l’intervento della volontaria Chiara Calasanzio dell’oasi Ohana. Il 2023 si è aperto infatti con l’abbandono di un’intera cucciolata: 8 cani sono stati messi dentro uno scatolone e condannati a morte certa. 

“Non riesco a comprendere - ha detto Chiara Calasanzio - come certa gente riesca contemporaneamente a preparare il cenone di Capodanno e ad abbandonare questi cuccioli senza provare un briciolo di rimorso”.

Alcune settimane fa la volontaria dell’oasi Ohana aveva rivolto un appello al presidente della Regione Renato Schifani chiedendo una sterilizzazione diffusa: “Ormai - aveva detto - il randagismo in Sicilia è un fenomeno fuori controllo e bisogna attivarsi immediatamente. Da parte mia e di altre persone impegnate nella cura degli animali abbandonati ci sarà sempre la massima disponibilità. E’ necessario che le istituzioni si accorgano anche di realtà piccole come la nostra. Non è sufficiente concentrarsi solo sulle grandi realtà a livello nazionale. Ecco perché rinnovo l’invito al presidente Schifani di venirci a trovare”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nuovo anno comincia male per alcuni cuccioli: abbandonati dentro uno scatolone e salvati da una volontaria

AgrigentoNotizie è in caricamento