menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'arresto del gambiano

L'arresto del gambiano

Coppia di anziani aggrediti e malmenati: arrestato un gambiano per tentata rapina

I carabinieri hanno anche controllato le telecamere di videosorveglianza e hanno acquisito diverse testimonianze degli abitanti che hanno raccontato che il giovane si aggirava per le vie del paese infastidendo e con fare aggressivo 

"Siamo stati aggrediti da un giovane straniero. Ci ha strattonato e malmenato. Ha tentato di rapinarci". E' con queste parole grosso modo che, ieri, una coppia di anziani si è presentata, ancora sotto choc, alla caserma dei carabinieri di Santa Elisabetta ed ha denunciato direttamente al comandante della stazione quanto avevano poco prima vissuto nei pressi dell'ufficio postale. Sul corpo i due anziani avevano veramente segni di maltrattamenti. La coppia ha descritto l'uomo che aveva provato a rapinarli e subito è stato diramato l'allarme. A Santa Elisabetta, a supporto dei carabinieri della stazione cittadina, si sono precipitate anche le pattuglie del comando compagnia di Canicatti. 

IL VIDEO. "Siamo stati aggrediti, ha tentato di rapinarci": coppia di anziani denuncia e scatta l'arresto

La ricerca è stata breve ma serrata. I carabinieri sono infatti riusciti ad individuare l'uomo i cui tratti somatici corrispondevano con l'identikit. Anche le telecamere di videosorveglianza, i cui filmati sono stati analizzati dal personale dei carabinieri specializzato nelle indagini tecnico scientifiche, hanno confermato le responsabilità del presunto rapinatore. Jagana Bubacar, gambiano di 27 anni, è stato arrestato.

Le testimonianze di altri cittadini hanno evidenziato che il giovane straniero, alto e vestito con una giacca mimetica, si stava aggirando da qualche ora per le vie del paese infastidendo le persone con fare aggressivo. Il tempestivo intervento dei carabinieri ha scongiurando ulteriori, analoghi, episodi. Il gambiano, adess, rimarrà nel carcere di Agrigento a disposizione dell’autorità giudiziaria, davanti alla quale dovrà rispondere di tentata rapina.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento