Giovedì, 18 Luglio 2024
I dettagli / Santa Elisabetta

Crisi idrica a Santa Elisabetta, il neo sindaco ordina risparmio: "Si faccia un uso accorto ed evitate la vasca da bagno"

Primo provvedimento di Liborio Gaziano dopo l'insediamento: "Preferite la doccia, lavatrici e lavastoviglie solo a pieno carico". Sanzioni per i trasgressori fino a 500 euro

Un uso razionale dell'acqua, evitando sprechi e seguendo alcuni accorgimenti "classici" come quelli, già raccomandati dal presidente della Regione Renato Schifani nei mesi scorsi attraverso un vademecum, ovvero preferire l'uso della doccia a quello della vasca da bagno, azionare lavatrici e lavastoviglie solo a pieno carico ed evitare sprechi.

Il neo sindaco di Santa Elisabetta, Liborio Gaziano, a poche ore dal suo insediamento, firma un'ordinanza, con cui invita la popolazione a razionalizzare l'uso delle risorse idriche. 

Dossier. La rete idrica ostaggio della burocrazia

Innanzitutto l'irrigazione e l'innaffiatura di piante, prati e giardini sarà consentita solo fra le 23 e le 5. Il provvedimento impone di non usare acqua potabile per lavare auto, cortili (se non il minimo indispensabile), piazzali, vasche e piscine.

Non mancano una serie di "inviti", fra cui quello di chiudere il rubinetto durante i lavaggi quando non serve e riutilizzare l'acqua di condensa dei condizionatori. 

L'ordinanza, fa presente Gaziano, potrà essere sospesa o revocata al superamento della crisi idrica. L'avvertimento, intanto, per il mancato rispetto è quello di una sanzione pecuniaria da 25 euro a 500 euro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi idrica a Santa Elisabetta, il neo sindaco ordina risparmio: "Si faccia un uso accorto ed evitate la vasca da bagno"
AgrigentoNotizie è in caricamento