Cronaca

Morì per un infarto fulminante, i familiari donano un defibrillatore alla comunità

Il trentacinquenne empedoclino Giuseppe Sanfilippo perse la vita nell'agosto del 2020 dopo essere uscito da un negozio al Villaggio Mosè

In memoria di Giuseppe Sanfilippo, a lido Nettuno a Portò Empedocle, è stato collocato un defibrillatore. A donarlo alla comunità è stata la famiglia del trentacinquenne empedoclino che, nell'agosto del 2020, morì poco dopo essere uscito - con il figlio in braccio - da un negozio di scarpe del Villaggio Mosè. Il giovane, stava per salire in macchina quando s'è all'improvviso accasciato e senza nemmeno rendersi conto di quello che stava accadendo, è morto a causa di un infarto fulminante.

Adesso i familiari - per commemorare la memoria di Giuseppe Sanfilippo, provando anche ad aiutare chi eventualmente potrebbe trovarsi in difficoltà - hanno donato e fatto installare, a lido Nettuno, un defibrillatore.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morì per un infarto fulminante, i familiari donano un defibrillatore alla comunità

AgrigentoNotizie è in caricamento