rotate-mobile
Controlli / San Leone

Parcheggiatori abusivi "al lavoro" nella Valle e a San Leone: Daspo urbano, ma anche denuncia e sanzione

Per due anni, gli agrigentini di 51 e 40 anni non potranno più rimettere piede nell’area dove sono stati bloccati dai poliziotti delle Volanti. Uno non era la prima volta che veniva "pizzicato"

Uno è stato trovato “al lavoro” a San Leone. L’altro, invece, nell’area antistante la chiesa di San Nicola, nel “cuore” della Valle dei Templi. Due Daspo urbani sono stati firmati, dal questore di Agrigento: Maria Rosa Iraci, a carico di altrettanti posteggiatori abusivi, sorpresi dai poliziotti della sezione Volanti in piena attività. A finire nei guai – entrambi, per due anni, non potranno più rimettere piede nell’area dove sono stati bloccati – sono stati degli agrigentini di 51 e 40 anni. Il controllo dei poliziotti delle Volanti ha permesso di accertare che, almeno uno, non era affatto la prima volta che veniva “pizzicato” a svolgere la professione di parcheggiatore abusivo. Motivo per il quale è stato denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento. Dovrà, adesso, rispondere dell’ipotesi di reato di esercizio abusivo della professione. All’altro, era appunto la prima volta che veniva colto “in flagranza”, è stata elevata invece una sanzione amministrativa di 700 euro.

E’ da settimane ormai che gli agenti della sezione Volanti della Questura tentano, con controlli mirati e perlustrazioni, di arginare quello che è un fenomeno “tradizionale” di Agrigento, ma non soltanto. Archiviate le restrizioni dovute alla pandemia da Covid-19 e riesplosa la movida e la circolazione dei turisti, i parcheggiatori abusivi sono tornati “al lavoro” tanto in centro, quanto a San Leone e, naturalmente, nell’area della Valle dei Templi. Nelle scorse settimane, gli agenti avevano rastrellato San Leone, l’area del porticciolo turistico nello specifico, ma anche le piazze Vittorio Emanuele e Aldo Moro, quelle attigue al comando provinciale dei carabinieri, antistante alla Prefettura e dirimpettaia della Questura. Controlli di questo genere, appare scontato, andranno avanti anche nelle prossime settimane, e non soltanto in occasione dei fine settimane, ossia quando aumentano gli spostamenti di giovani, ma non soltanto, per la movida.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parcheggiatori abusivi "al lavoro" nella Valle e a San Leone: Daspo urbano, ma anche denuncia e sanzione

AgrigentoNotizie è in caricamento