Troppi ubriachi al volante, la Stradale blocca un 44enne con tasso altissimo

Raffica di controlli fra il Villaggio Mosè e San Leone. Fra i sanzionati, invece, una diciottenne neo patentata

Non passa week end ormai senza che la polizia Stradale – che è coordinata dal vice questore Andrea Morreale – non pizzichi fra San Leone e il Villaggio Mosè, nonché lungo le principali strade statali d’accesso alla città dei Templi, degli ubriachi al volante. Così è stato anche nelle ultimissime ore.

Al Villaggio Mosè, lungo il viale Leonardo Sciascia per la precisione, nella notte fra sabato e domenica, è stato fermato e controllato un quarantaquattrenne di Favara che per poco non rischiava il coma etilico. Ed era, appunto, al volante di un’autovettura. Il tasso riscontrato dai poliziotti, il più basso, è stato di 2,16. E’ stato naturalmente denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica. Dovrà, adesso, rispondere dell’ipotesi di reato di guida in stato di ebbrezza. Dal rione commerciale a quello balneare dove, nella notte dell’Immacolata, sono finiti nei guai altri due automobilisti, di cui una diciottenne neo patentata. La ragazza, in questo caso, è stata trovata con valore non altissimo: 0,34. Ma essendo neo patentata avrebbe dovuto essere 0. E’ scattata a suo carico una sanzione amministrativa. Denunciato, invece, sempre alla Procura, un ventenne di Favara – anche lui alla guida di un’autovettura – dopo aver bevuto qualche bicchierino di troppo. Il tasso riscontrato, dai poliziotti della Stradale, è stato di 1,15.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ci sono troppi ubriachi in mezzo alla strada – lo evidenziano i dati di ogni fine settimana della polizia Stradale, ma anche dei carabinieri - . I controlli ci sono e sono anche meticolosi e capillari. Questo, appunto, per evitare le cosiddette “stragi del sabato sera”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 59 nuovi positivi nell'Agrigentino: ci sono anche insegnanti e studenti, è raffica di scuole chiuse

  • Regione, firmata l'ordinanza: centri commerciali e outlet chiusi la domenica pomeriggio e coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus: "pioggia" di casi tra Agrigento, Favara, Ribera e Sciacca

  • Cosa fare se si è entrati in contatto con una persona positiva al coronavirus

  • Coronavirus, boom di contagi fra Licata, Sciacca, Porto Empedocle e Raffadali: anche 2 bimbi e una docente

  • Aumentano i contagi da Covid, sospesi i mercatini settimanali: ecco dove

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento