Scarico inquinante in mare, la furia di Mareamico: "Povera San Leone"

Secondo una ricostruzione fornita da Claudio Lombardo, la causa potrebbe essere stata lo scarico in queste condotte del contenuto di qualche pozzo nero, effettuata da un privato

 "Povero mare di San Leone". E' questo quanto fatto sapere dall'associazione ambientalista di Agrigento, Mareamico.  "Negli scorsi giorni - fa sapere in una nota Claudio Lombardo. a San Leone nella spiaggia dell'Aster dalle condotte delle acque bianche, in assenza di precipitazioni meteoriche, è arrivato in mare un ingente quantitativo di acque fetide e sicuramente inquinate, che hanno colorato di nero il mare prospiciente. Acquisito questo video, lo abbiamo fatto visionare a Girgenti acque, che dopo un sopralluogo, ha escluso rotture fognarie in corso e ha ipotizzato che la causa possa essere stata lo scarico in queste condotte del contenuto di qualche pozzo nero, effettuata da un privato". Il mare di San Leone, dunque, non ha tregua neppure in questi giorni di grande isolamento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Covid-19, il virus torna a tenere sotto scacco Canicattì: un morto e 35 nuovi positivi

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Scoperto stabilimento dolciario abusivo, sequestrati generi alimentari scaduti e mal conservati: un arresto

  • Il nuovo Dpcm 3 dicembre, cosa si può fare e non fare: tutte le regole di Natale 2020 (e i metodi per "aggirarle")

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento