Cronaca San Leone

Diatriba ereditaria e scoppia la lite: zio prende a bastonate il nipote

Il settantenne, preda dell’ira, avrebbe – durante il concitato scambio di vedute – colpito con un asse di circa due metri il quarantenne che ha rifiutato le cure del 118

Scoppia la lite, per diatribe ereditarie, e lo zio, un settantenne, prende a bastonate il nipote di 40 anni. E’ accaduto nella serata di sabato a San Leone. Prima che l’alterco potesse veramente trascendere, sul posto: in una traversa del viale Falcone-Borsellino si sono precipitate due pattuglie della sezione Volanti della Questura e, in via precauzionale, un’autoambulanza del 118. Quando sono arrivati gli agenti, la lite in famiglia era già rientrata. I poliziotti, sentendo i coinvolti, hanno ricostruito che lo zio settantenne, preda dell’ira, avrebbe – durante il concitato scambio di vedute – colpito con un bastone di circa due metri il nipote quarantenne. Nipote che s’è rifiutato, anche se potrà farlo ancora nei prossimi giorni, di formalizzare querela di parte. L’uomo aggredito ha, inoltre, rifiutato d’essere visitato dai sanitari del 118.

A scatenare la lite sarebbero state – stando, appunto, a quanto è stato ricostruito dai poliziotti della sezione Volanti – delle questioni ereditarie legate ad un appartamento creato all’interno di una villetta dove abitano entrambi. Probabilmente, quella di sabato sera non è stata la prima discussione fra i due. Ma gli animi, in questa circostanza, si sono decisamente surriscaldati tant’è che il pensionato settantenne si sarebbe “armato” di un bastone di circa due metri e si sarebbe scagliato contro il nipote assestandogli uno o due colpi che però non hanno, appunto, ferito l’uomo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diatriba ereditaria e scoppia la lite: zio prende a bastonate il nipote

AgrigentoNotizie è in caricamento