rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca San Leone

Maxi scazzottata a San Leone, due giovani in ospedale

Sono intervenuti prima i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Agrigento e poi le ambulanze del 118. Entrambi i venditori ambulanti sono, infatti, rimasti seriamente feriti

Botte da orbi, nella notte fra sabato e domenica, sulla terrazza del lungomare Falcone-Borsellino di San Leone. A darsele, questa volta, non sono stati dei gruppi di giovani agrigentini. Ma due venditori ambulanti del Bangladesh. Due commercianti, forse anche abusivi, che, all'improvviso, e per motivi non chiari, sono venuti alle mani.

Prima le urla, naturalmente incomprensibili, poi i cazzotti, le pedate e forse potrebbero essere state usate anche delle mazze. A San Leone sono intervenuti prima i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Agrigento e poi le ambulanze del 118. Entrambi i venditori ambulanti sono, infatti, rimasti seriamente feriti e sono stati portati al pronto soccorso dell'ospedale "San Giovanni di Dio" dove i medici li hanno sottoposti a tutti i necessari accertamenti sanitari.

E' possibile - sembrerebbe essere anzi probabile - che i due venditori ambulanti siano venuti alle mani per motivi di concorrenza. Ma non è escluso però che dietro la violenta lite possano anche esservi dissidi personali, magari pregressi. Di fatto, però, quella violenta lite non è passata inosservata a quanti, nella tarda serata di sabato, si trovavano sulla terrazza a mare del viale Falcone-Borsellino. Agrigentini che, naturalmente, si sono subito allontanati. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi scazzottata a San Leone, due giovani in ospedale

AgrigentoNotizie è in caricamento