Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca San Leone

Madre e figlio lavoravano "in nero" in una pizzeria di San Leone e incassavano il reddito di cittadinanza: denunciati

Al titolare dell'esercizio commerciale i carabinieri del nucleo Ispettorato del lavoro e quelli della compagnia dell'Arma della città dei Templi hanno elevato sanzioni per oltre 8 mila euro

Due lavoratori "in nero", che incassavano pure il reddito di cittadinanza, sono stati scoperti in una nota pizzeria di San Leone. Si tratta di madre e figlio, di origini marocchine. La donna di 63 anni e il ragazzo di 23 sono accusati di aver omesso di comunicare la variazione del reddito che percepivano benché in nero. E non lo hanno fatto - stando all'accusa - per non perdere il beneficio del reddito di cittadinanza. Madre e figlio sono stati denunciati alla Procura e dovranno anche restituire le somme indebitamente percepite. Al titolare della pizzeria, i carabinieri hanno invece elevato sanzioni amministrative per oltre 8 mila euro. Sanzioni proprio per la presenza dei lavoratori "in nero". 

Proseguono i controlli da parte dei carabinieri del nucleo Ispettorato del lavoro che, ieri, supportati dalla compagnia dell'Arma di Agrigento, hanno concluso una serie di attività ispettive in alcuni esercizi commerciali di San Leone di Agrigento. Sotto la lente di ingrandimento dei militari è finita appunta una pizzeria dove è stata accertata la presenza dei due lavoratori in nero che percepivano anche il reddito di cittadinanza. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Madre e figlio lavoravano "in nero" in una pizzeria di San Leone e incassavano il reddito di cittadinanza: denunciati

AgrigentoNotizie è in caricamento