San leone presa "d'assalto" e trasformata in una discarica: è nuovamente polemica

Ieri sera in centinaia si sono riversati nella zona rivierasca, stamattina si fa la "conta dei danni". Firetto annuncia il "pugno duro"

(foto MARCO GALLO)

Ci risiamo. Esattamente come accaduto una settimana fa, il week end ha lasciato profonde "ferite" a San Leone. Ieri sera centinaia di giovani e giovanissimi si sono riversati nella frazione balneare per trascorrere una serata all'insegna del divertimento, anche se non è chiaro quanto questo si sia svolto rispettando le regole comunque vigenti per arginare il rischio di contagio del Covid-19.3

Le foto fornite alle testate giornalistiche o disponibili sui social non sono in tal senso incoraggianti, con centinaia di persone radunate, ad esempio, nel piazzale "Tedesco" antistante il porticciolo o dinnanzi al "Tropical". Proprio qui, stamattina all'alba è stato individuato il solito scempio lasciato dagli incivili e alimentato dai mancati controlli e dall'assenza di contenitori porta rifiuti.

Torna la movida e il porticciolo viene vandalizzato: ecco il video

Un numero imprecisato di bicchieri di plastica e bottiglie di vetro sono stati infatti abbandonati per strada, trasformando le aree in una vera e propria discarica. che, purtroppo, non sarà bonificata prima di domattina.

Firetto non ci sta: "Troppa inciviltà, prenderemo provvedimenti".

Il sindaco Lillo Firetto, dopo i fatti di ieri notte a San Leone annuncia misure restrittive che dovrebbero servire ad arginare l'inciviltà.

"Che dal 2015 Agrigento, in particolare San Leone, sia tornata ad essere tra le mete più gettonate della movida dopo un lungo periodo di morte civile, è evidente a tutti - scrive in un post -. Potrebbe essere solo un fatto più che positivo l'essere preferiti ad altre località, se non fosse che, purtroppo, ci sono ragazzi indisciplinati, che arrivano anche dall'hinterland, che non hanno rispetto né per le aree pubbliche né per i residenti. Questa settimana avevo rivolto un appello al senso di responsabilità, a mantenere il decoro e a non fare schiamazzi notturni. Purtroppo mi sono pervenute segnalazioni da tanti concittadini ed esercenti da tutto il litorale: si sono verificati puntualmente spettacoli indecenti di schiamazzi notturni e quel che si è offerto alla vista dopo la movida è stata la vergognosa esposizione di bottiglie abbandonate e di rifiuti abbandonati di ogni genere. Siamo costretti a intervenire - continua - per fissare nuove regole sulla vendita di bevande in bottiglia e il consumo nella pubblica via. Purtroppo gli appelli alla responsabilità, com' è fin troppo evidente hanno effetto lento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento