rotate-mobile
Cronaca

Il brutale pestaggio del consigliere comunale, si cercano i filmati della videosorveglianza

I carabinieri sono alla ricerca di eventuali immagini utili per individuare i responsabili dell'aggressione: il giovane è stato colpito con un guanto chiodato in un locale del Viale delle Dune

Il consigliere comunale di Agrigento è stato colpito al volto con un guanto chiodato. Circa 65 i punti che gli sono stati applicati dai medici del “San Giovanni di Dio”. Con il passare delle ore emergono nuovi, allarmanti, particolari sull’aggressione che il trentenne ha subito a San Leone.

Il giovane, stando a quanto emerge, era tornato da un matrimonio e si trovava in un locale della movida del Viale delle Dune. Era in fila, a quanto pare, per usare i servizi igienici quando, ad un certo punto, ha richiamato coloro che, affollandosi, avevano spintonato delle ragazze. Una parola di troppo forse, appunto. E sarebbe scoppiato il parapiglia.

Il consigliere comunale è stato aggredito e colpito al volto con un guanto chiodato che gli ha provocato una gravissima lacerazione, suturata dai sanitari del pronto soccorso con ben 65 punti. Delle indagini, coordinate dalla Procura, si stanno occupando i carabinieri che, stando a quanto filtra dall’ultimo piano del palazzo di giustizia, dovrebbero provare ad acquisire – qualora presenti – i filmati di videosorveglianza. Immagini che, naturalmente, potrebbero subito indirizzare l’attività investigativa e consentire l’identificazione dei balordi – a quanto pare due – che hanno aggredito il consigliere comunale che ha nominato quale suo difensore l’avvocato Arnarlo Faro. Intanto, ieri, un po’ tutta la città – a partire dal sindaco Franco Micciché – ha espresso vicinanza e solidarietà al giovane.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il brutale pestaggio del consigliere comunale, si cercano i filmati della videosorveglianza

AgrigentoNotizie è in caricamento