menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz nella "patria" dell'abusivismo commerciale, denunciato un ambulante

E' stato posto sotto sequestro tutto il materiale che aveva posto in vendita: oggetti da spiaggia e centinaia di cappellini

I poliziotti della sezione “Volanti” della Questura di Agrigento, nella serata di domenica, durante una delle sistematiche e capillari verifiche, hanno “pizzicato” un altro ambulante abusivo. Non è servito, questa volta, tentare di scappare perché l’extracomunitario commerciante è stato subito accerchiato e bloccato. E’ scattata, dopo l’identificazione, una denuncia in Procura e tutto il materiale che aveva posto in vendita – materiale da spiaggia e centinaia di cappellini – è stato posto sotto sequestro.

La “guerra” ai commercianti abusivi che, da decenni, assediano il lungomare Falcone-Borsellino di San Leone era stata dichiarata all’inizio della stagione primaverile. Perché in primavera e in estate San Leone – è sempre stato così – è la “patria” dell’abusivismo commerciale. Quest’anno, i controlli – da parte di tutte le forze dell’ordine – sono stati concentrati non soltanto nei fine settimana, ma sono stati quotidiani e sistematici. Unico e solo l’obiettivo: fare passare il messaggio che non c’è spazio per i commercianti ambulanti abusivi che vendono merce contraffatta. E nemmeno per i parcheggiatori illegali. E chi credeva che, passato Ferragosto, l’attenzione delle forze dell’ordine sarebbe calata, si sbagliava di grosso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento