Musica fino alle 3,30, divampa la protesta: "Vogliamo dormire"

I residenti delle abitazioni vicino al locale di San Leone hanno chiamato a raffica la polizia: "E' notte fonda, non c'è rispetto!"

Musica ad alto volume fino alle 3,30. Sono dovuti intervenire, ancora una volta, i poliziotti della sezione Volanti della Questura per riportare la calma, nella notte fra lunedì e ieri, a San Leone. Decine le telefonate degli agrigentini residenti nei pressi del locale da dove, appunto, proveniva musica. E tutte con lo stesso tono: “Dobbiamo dormire, guardi un po’ che ore sono!”; “Non c’è rispetto, è notte fonda e ancora aspettiamo che la musica venga abbassata!”. I poliziotti delle Volanti, prima che gli animi si surriscaldassero ulteriormente, si sono precipitati a San Leone. Non hanno avuto problemi, naturalmente, ad identificare il locale serale e ai gestori è stato chiesto, in maniera perentoria, di spegnere gli impianti musicali. Cosa che, effettivamente, è stata subito fatta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non passa giornata, notte per meglio dire, senza che i poliziotti delle Volanti o anche le altre forze dell’ordine non raccolgano “Sos” di questo genere. Sistematicamente, gli agenti fanno avanti e indietro dai locali serali: quelli tipici della movida estiva e provano a far rispettare le regole. Ad ogni uscita corrisponde una segnalazione fatta poi ai colleghi della sezione Pasi della Questura, ai quali compete stabilire se elevare sanzioni amministrative o se, essendoci i presupposti, procedere con interventi più importanti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il crack del gruppo Pelonero, Patronaggio: "Così la famiglia ha fatto sparire milioni di euro da un’azienda all’altra"

  • Operazione "Malebranche", colpito il gruppo Pelonero: 13 misure cautelari

  • Primo caso di Covid a San Giovanni Gemini: è uno studente che è stato in Lombardia

  • "Società aperte con capitale irrisorio, impennata con volume di affari milionario e tracollo pilotato": ecco il sistema "Pelonero"

  • Valle dei Templi gratis per tutti, gli arancini di Camilleri ed il Jazz: ecco il week end

  • Scontro fra due vetture alle porte di Canicattì, muore 64enne: automobilista arrestato per omicidio stradale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento